Mina Svenska recept

Ho fatto anch’io qualche ricetta svedese durante gli anni di blog.
Non tantissimi..sono una pasticciona internazionale io! :-DD

Gretas Gammaldags pepparkakor

pepparkakor - swedish ginger cookies

350gr di zucchero*
100gr di sirap = melassa o miele scuro o malto di frumento o sciroppo d’acero**
130gr di acqua
1 cucchiaio di bicarbonato
250gr di burro
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
700gr di farina

in un pentolino fate sciogliere lo zucchero ed il malto di frumento nell’acqua.
aggiungere il bicarbonato e mescolare.
versare sopra il burro e le spezie e raffreddare il composto mescolando.
aggiungere la farina e lavorare l’impasto
.è mollo ma è giusto così.formare una palla (appiccicosa) e chiuderla in pellicola.
lasciare riposare al fresco per tutta la notte.
il giorno dopo prendere un pochino di impasto alla volte(il resto lasciatelo in frigo finchè non vi serve)stendere l’impasto usando meno farina possibile( su marmo freddo viene molto bene, se no mettete un foglio di carta forno sotto l’impasto che aiuta)e ritagliare i biscotti (se avete usato la carta forno, basta togliere l’impasto in eccesso e trasferire il foglio sulla placca da forno) se no,
trasferirli su una placca del forno ricoperta di carta forno (usate la spatola per spostare i biscotti, così non si sciupano)
cuocere in forno caldissimo a 225° per a 5-7min. anche 8-10 min dipende dal vostro forno e quanto grandi o spessi li avete fatti

lasciare raffreddare su una griglia.raffreddati metterli subito in un scatola.
durano anche 20gg in una scatola chiusa, se li lasciate all’aria si smollano(come quelli comprati)

pepparkakor - swedish ginger cookies

brigidaa_te:

*
io ne avevo messo 250gr, la dose di 350gr è perfetta.
**
il gusto di questi che si avvicina di più al sirap (che un tipo di sciroppo d’acero)
è il malto di frumento.

due cose sono molto importanti:
1) trovare il giusto equilibrio tra le spezie.
aggiungete ed assaggiate. l’impasto deve pizzicare leggermente sulla lingua.
2) tirare molto sottile la pasta.
vengono più croccanti.a me piacciono sottilissimi, ma l’impasto è molto piccicoso e non bisogna aggiungre troppa farina mentre si stende, quindi è come mi ricordavo da piccola..un gran pasticcio! grrrr
3) l’impasto dura anche 4-5 giorni in un posto freddo

Skånsk äpplekaka – Dolce di mele della Scania

uesto è un dolcetto svedese, uno di quelli che impari fare a scuola,
perché facilissimo e velocissimo.
la ricetta si trova su tutti ricettari svedesi. :)

ci vorrebbe il pangrattato..ma quello fatto con il vetebröd.
io ho usato dei biscotti della Galbusera “più leggeri”
è venuto buonissimooooo!!!
vi serve:
300gr di biscotti secchi (tipo Saiwa)
100gr di burro
5-6 mele Golden
cannella
tritare i biscotti.
far fondere il burro e quando è sciolto aggiungere i biscotti tritati.
spolverare di cannella.
sempre mescolando a fiamma bassissima far assorbire il burro ai biscotti.
nel frattempo sbucciare e grattugiare le mele.
in una pirofila fare dei strati di biscotti e mele.
iniziare e finire con i biscotti.
infornare a 200° per ca 35-40min, se si colora troppo sopra coprire.
ottima tiepida con gelato alla vaniglia oppure fredda (il giorno dopo p.es)
con salsa di vaniglia * tiepida.
brigidaa_te:
potete anche fare delle mini porzioni.
questi sono i super versateli porta candele Galej dell’ikea ;)
la cottura in forno è 200° per ca 25min.
*klassik vaniljsås (salsa di vaniglia):1/2 bacca di vaniglia
2dl latte
3 dl panna fresca da montare
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di maizena
tagliare la bacca di vaniglia per la lunghezza e con la punta del coltello grattare via i semini.
metterli insieme alla bacca in un pentolino con il latte ed 1 dl della panna.
far prendere bollore.
togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. lasciare riposare per 10-15min.
aggiungere sempre mescolando, i tuorli, lo zucchero e la maizena.
rimettere su fuoco dolce e mescolare finché si addensa.
versala in una ciotola e farla raffreddare mescolando.
montare il resto della panna e aggiungerla alla salsa fredda-
la bacca di vaniglia può essere sostituita da 1 cucchiaio di zucchero vanigliato
se volete usare il bimby:
nel boccale i biscotti: 5 sec. vel.5
senza lavare il boccale inserire le mele: 10 sec. vel. 5 spatolando.

Rate thi

Ärtsoppa med och utan fläsk
Ärtsoppa med fläsk
zuppa di piselli gialli con pancetta


ärtsoppa1

ricetta di
ICA Kurirens Godaste
(ricettario regalatomi da Karin quando mi sono trasferita qui..
per non dimenticare i sapori di “casa” )

250gr di piselli gialli secchi*
2 cipolle gialle
100gr di pancetta affumicata**
pepe bianco e nero in grani
timo
maggiorana
1 foglia di alloro
sale
olio di oliva extravergine
acqua

mettere i piselli in bagno una notte in acqua leggermente salata.
(questo aiuta ammorbidire le bucce)
se usate quelle spezzate non serve metterle in bagno

nella pentola a pressione: un filo di olio e le cipolle tritate
aggiungere la pancetta e lasciar stufare.
sciacquare i piselli con acqua fredda e aggiungerle nella pentola.
mescolare un paio di minuti (2) per far insaporire.
aggiungere 1 litro d’acqua e le spezie, chiudere il coperchio
dal fischio:
40min per i piselli interi
25min per i piselli spezzati

servire con un filo d’olio extravergine a crudo (non è molto svedese ma mmmm se è buono!)

ärtsoppa2

Brigidaa_te:
* se non trovate quelli gialli potete usare piselli verdi spezzati
** si dovrebbe usare pezzi di maiale magro salato, spalla p.es
che poi si serve insieme

se volete farla proprio alla svedese fate prima bollire i piselli e POI aggiungere pancetta, cipolla e spezie.

se la volete più cremosa come nella foto, basta aggiungere qualche patata nella cottura.
alla fine frullare un pochino.

Ärtsoppa utan fläsk
zuppa di piselli gialli vegetariana


veg ärtsoppa2

uguale uguale…
ma togliere la pancetta e aggiungere 2 patate tagliati a cubetti.

veg ärtsoppa1

Knäckebröd

la ricetta è di Queenie del sito Matklubben.se
grazie Queenie…ottima ricetta!! :)
devo dire che fare knäckebröd rotondo era più difficile di quello che pensavo.
infatti mi sono venuti più squadrati!! :) ))
ma ci vuole un pochino di pratica tutto qui..
importante è che si tiri la pasta sottile sottile, e poi di stare attenti in cottura.
ti distrai un attimo è il tuo Knäckebröd si brucia miseramente!
vi serve:

misurini dell’ikea :) ))

1 bott di birra chiata da 33cl
25gr di lievito fresco (ne ho messo 10gr)
60gr di burro sciolto*
1/2 cucchiaino di sale (non ho messo)
2 cucchiaini di cumino
3 dl (180gr) di fiocchi integrali (farro, avena, frumento, segale p.es)**
4 dl (240gr) di farina di farro**
3 dl (180gr) di farina 0 o 00**

sciogliere il burro e aggiungere la birra, il lievito ed i semini di cumino leggermente pestati.

mescolare le farine e fiocchi e aggiungerle al liquido.
aggiungere il sale se lo usate.
mescolare. nel ken. 5min vel.2
deve venire un impasto sodo.
eventualmente aggiungete farina o acqua per correggere.
lasciate lievitare fino al raddoppio-
accendete il forno al massimo.
poi,. fate un rotolo e tagliate 8 dischi.
prendete ogni disco e su un piano infarinato lo tirate sottile sottile
dovrebbero venire 8 dischi da 30cm, tipo quasi un piatto da pizza.
l’impasto si stende molto bene..la difficoltà è solo di farli venire rotondi!! :) )))
mettete il disco su una teglia foderata di carta forno e con i nebbi di una forchetta fate tantissimi buchi.
oppure usate questo
fatelo quando è già sulla teglia, è più pratico.
nel mezzo fate un foro usando un tagliabiscotti tondo o il fondo di un bicchiere piccolo.
infornate per ca 5-6min (dipende dal vostro forno)
togliete e lasciate raffreddare su una griglia coperti di un canovaccio.
davvero..sono buonissimi!!!
brigidaa_te:
questo è ul campione di cui mi sono ispirata…
beh dai..magari la prossima volta. :) ))
qui c’è il primo ed l’ultimo…c’è un lievissimo miglioramento?? siiiiii :)))))

* ho messo burro…nella ricetta originale si parla di margarina liquida.
mia mamma me l’aveva portato…ma io discretamente l’ho fatto sparire.
**
come fiocchi potete usare quello che avete. anche solo fiocchi di farro o avena vanno bene.
se trovate una farina integrale potete sostituire i fiocchi con quella.
potete anche usare la segale, sostituite il farro.
in questo caso, se decidete di usare sia segale che integrale, può essere neccessario aggiungere ancora dell’acqua. queste farine assorbono più liquidi per amalgamarsi.
altra cosa importante, se non siete riuscite tirare la pasta sottilissima, fate cuocere i vostri dischi e poi a forno spento lasciateli dentro seccare.
lusse3
you need:
1 pack of saffron
1/2 tsp of salt
200g of butter
4dl of milk
1 dl low fat yoghurt
1 1/2dl sugar
2 eggs
10gr of fresh yeast
1kg of flour
1 egg to brush
raisins
melt the butter, together with the milk, yoghurt and the sugar.
put the yeast in the warm liquid and whisk while melting..
let cool, then add the saffron, the eggs, the flour and the pinch of salt.
work the dough until it is smooth and elastic.
let rise covered with a cloth
over the night in a cool place.
the next day,
leave in room temperature for one hour.
put the dough on the table,
cut pieces and the make rolls you curl up from both ends,
reaching the middle.
put the buns on a baking tray covered with baking paper,
brush with the egg and put a raisin in each “curl”
let rise for an other hour.
bake in preheated oven:
180° C -356°F for 8-10min
(or also 15-20 if you make them bigger)
lusse2

potatissallad med lax i yoghurt- och gurksås
insalata di patate con salmone in salsa di yogurt e cetrioli
(quasi ugualeeeeee! :) ))))

potatissallad
1kg di patate lessate fredde, possibilmente del giorno prima.
300gr di salomen affumicato in fette
750gr di cetrioli in agrodolce (tipo quelli della lidl)
4-5 cucchiai di capperi
250gr di yoghurt magro bianco
un pezzo di porro
2 cipolotti
aceto di mele, un filo di olio extravergine di oliva
aneto (fresco se ne avete se no secco)
erba cipollina
menta

tagliate le patate a piccoli pezzi
tritate grossolanamente 3/4 di cetrioli del vaso di cetrioli
preparare la vinaigrette: aceto di mele, qualche cucchiaio di liquido di conservazione
dei cetrioli, metà del porro e i cipolotti tritati, aneto e erba cipollina tritata.
versare in un vasetto, chiudere e scuotere energicamente.
in una ciotola mettere le patate, i cetrioli tritati e qualche cucchiaio di capperi.
versare la vinaigrette e mescolare.
regolare di sale e pepe. (ho messo solo pepe)
lasciare in frigo fino al momento di servire.

lax i yoghurt och gurksås
preparare la salsa di yogurt:
tritare il resto dei cetrioli, il pezzo di porro rimasto.
mescolare con lo yoghurt, aggiungendo il salmone a pezzetti e le erbe rimaste tritate.
(aneto, erba cipollina e menta)
regolare di sale e pepe (ho messo solo pepe)
lasciare marinare i frigo per un paio di ore prima di servire.

servire insieme….
smaklig måltid :) ))

Inlagd gurka – Cetriolini sotto’aceto
The recipe comes from Receptfavoriter.se

Inlagd gurka - pickled cucumber - cetrioli sott'aceto

you need:
2 kg small cucumbers (punch the cucumbers with a fork)
2 tbsp yellow mustard seed
1 dl vinegar 12%
4 l water
3 tbsp sugar
3 tbsp salt
5 fresh dill crowns or
2 tsp dry dill seeds

Boil the all the ingredients, put the cucumbers in jars (the bigger ones cut in pieces), pour over the boiling mixture, closed lid.
Leave as little space between the cucumbers as possible.
Let rest or a couple of days before eating.
Will conserve for months, open jar should be kept in the fridge.

Inlagd gurka - pickled cucumber - cetrioli sott'aceto


scones 3

scones1

Vi serve:

450gr di farina
( messo 2/3 farina di riso e 1/3 di farina di mais superfino)
100gr di burro
1 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiaini di lievito chimico
ca 150gr di yogurt bianco magro
Mescolare con un cucchiaio di legno gli ingredienti secchi.
Aggiungere il burro a pezzetti e lavorare velocemente con le
dita. Poi aggiungere lo yogurt e mescolare con il cucchiaio di legno.
Formare una palla e schiacciarlo. Dividere in 4 pezzi e poi
formare dei panini schiacciati, con la rotella dentellata
fare una croce e poi punzecchiare i panini con i rebbi di una forchetta.
Infornare in forno caldo 250° per 10-12min.
Spezzare i panini e servire con una buona
marmellata di mandarini e ananas :-D

scones

Ricordatevi che gli scones vanno mangiati
caldo o tiepidi. Freddi diventano duri.
Se non mangiate tutti, potete congelarli.
Passate in forno pochi minuti prima di servire.

scones2

Cosciotto di tacchino all’origano e cumino con purè di mela

Image Hosted by ImageShack.us

il tacchino come il pollo si presta in tantissime variazioni.
questa ricetta prende spunto da una trovata su recepten.se
loro hanno usato un tacchino interno, io ho provato con un cosciotto.

vi serve;:
un cosciotto di tacchino
succo di 2 arance spremute
succo di 1 limone spremuto
un porro intero
1/2 dl di miele
1/2 dl di Marsala
olio di oliva extra vergine
cumino
origano fresco
sale e pepe

mescolare le spezie con i due succhi.
fregare il cosciotto con il succo speziato e lasciare marinare in frigo per 1 giorno.
tagliare il porro a rondelle sottili e farlo appassire in una pentola o teglia che possa andare in forno.
state attenti che il porro contiene zuccheri e brucia in un attimo.
mescolate il miele con il marsala e spennellate abbondantemente il cosciotto.
trasferite il cosciotto nella teglia e addagiatelo sopra il porro.
versate il resto delle marinate sopra ed infornate per 1 ora(ca) a 200°
controllate la cottura, punzecchiando il cosciotto.
quando esce del liquido chiaro è pronto.
se non si è abbronzato abbastanza, accedente il grill per gli ultimo 5-7min.

per il purè di mele:
360gr di mele
25gr di uvetta
6 gr di pinoli
succo di un limone
cannella
sesamo

bucciate le mele e grattugiatele con il foro grande.
mescolate le mele con tutti gli ingredienti.
versate il composto in una teglia ed infornate a 180° per 15min.
servite insieme al cosciotto di tacchino..

brigidaa_te:

la vera sopresa qui è stata l’abbinamento tra il cumino ed l’origano.perfetto!!nella ricetta svedese hanno farcito il tacchino con il porro.hanno usato il sherry, ma quello non l’avevo ed ho optato per il marsala.

Flygande Jacob – Giaccobe volante
il piatto è stato inventato da uno di nome Owe Jacobsson, lavorava nel trasporto aereo.
la ricetta è stata pubblicata nel 1976 nel giornale “Allt om Mat”

flygande jacob - flying jacob

Vi serve:
per 4 persone

4 pezzi di pollo (coscia, petto)
150gr di bacon tagliato a strisce
1 cipolla tritata
150ml di panna fresca da montare*
100ml di noccioline tritate grossolanamente
2 banane sbucciate e tagliate a fette
100ml di succo di arancia spremuta**
curry a volontà
sale
pepe
olio extravergine di oliva
dado vegetale

flygande jacob - flying jacob

in una pirofila (o padella che va in forno), mettere un filo di olio e far soffriggere la cipolla tritata. aggiungere un cucchiaio di dado e il pollo tagliato a pezzi (se petto, coscia intere). far rosolare da tutte le parti e bagnare con il succo d’arancia.
far evaporare il succo e aggiungere il bacon e far rosolare.
togliere da fuoco e aggiungere le banane tagliate a fette
mescoalre la panna con un filo di soya, curry, sale e pepe
versare sopra il pollo aggiungere le noccioline tritate ed infornare a 225° per 15min (se petto tagliato a strisce, 30min se cosce di pollo) coprire se si secca troppo.

flygande jacob - flying jacob

buonissimo!! :-D DDDD

brigida-ate:
*quella per fare panna montata
** l’ho aggiunto io, non c’è nella ricetta originale.
potete anche (come ho fatto io) fare tutto in padella (non dovevo cuocere altro e mi dispiaceva accendere il forno per una cottura di 20min )
ma allora aggiungete più succo di arancia se il pollo si asciuga e aggiungete la panna aromatizzata solo nei ultimi 10min.

  
vi serve:
1kg di barbabietole rosse fresche
acqua da coprire
2 dl di aceto di vino rosso
3dl di zucchero
10 chiodi di garofano
1 cucchiaio di cumino in semi
togliete le foglie, non le buttate..sono ottime in insalata.
spazzolate le biete, mettetele in una pentola e coprite di acqua,
fate prendere bollore e lasciate cuocere finché sono tenere (ca 35-40, dipende quanto sono grosse)
scolate ma tenete l’acqua di cottura.
sciacquate sotto l’acqua fredda corrente e togliete la buccia.
viene via strofinando..usare quanti di gomma..colorano che è un piacere!!
tagliate a fette molto sottili.
riversate il liquido di cottura nella pentola aggiungendo tutti gli altri ingredienti.
tuffate le fette di barbabietola e fate prendere bollore. cuocete per 4-5min.
scolate, mettete le fette in vasetti e coprite con il liquido bollente.
chiudete e lasciate riposare al fresco e al buio per 3 giorni prima di consumare..
durano un anno.
brigidaa_te…
io li adoro..e li mangio anche direttamente dal vasetto :) )
sono ottimi con le polpette svedesi (köttbullar)
con purè e würstel, con pollo, con lo spezzatino svedese (kalops)
su sandwich con patè di fegato, o su sandwich con l’uovo sodo.
mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm :) ))))

per il primo impasto:
350gr di farina di segale,
350gr di acqua,
1 cucchiaio di cumino
mescolare e lasciare riposare al fresco per 24ore coperto
il giorno dopo,
riprendere il primo impasto ed aggiungere:
350gr di farina di segale,
175 di acqua,
50gr di lievito*
impastare i mettere in una bacinella grande.
lasciare lievitare 4ore.
500gr di farina di segale,
350gr di farina 00,
100gr di sciroppo d’acero o malto
impastare e lavorarlo energicamente, per 10min,
eventualmente aggiungendo un pò di acqua se è necessario.
si fa fatica…è un impasto molto pesante.
lasciare lievitare 30min.
dare la forma di pane
e lasciare lievitare altri 30min sulla placca.
cuocere per 50min in forno a 200 à
importante è mettere una placca del forno sopra il pane
lo tiene giù, è da quella compattezza caratteristico di questo pane.
mettete anche carta forno tra la placca ed il pane, così non si attacca.
per le foto del procedimento: qui
brigidaa_te:
ho provato essere più precisa possibile, per i pesi delle farine.
non ho messo quanto acqua mettere, perché quello dipende quanto ne richiede la vostra farina.
la mia era integrale bio e ha richiesto altri ca200ml per arrivare all’impasto giusto.
l’impasto deve essere compatto e staccarsi dalle parete del boccale.

* nella ricetta originale c’era scritto di usare 50gr di lievito.

io ne ho messo un cubetto solo da 25gr, si può diminuire ulteriormente, e prolungando il tempo di lievitazione.

Lime och kummin marinerat fläskkött
Lonza marinata al lime e cumino

lasciate la carne completamente sommersa(oppure giratela ogni tanto) per 12-24ore, in frigo coperta da carta alluminio o pellicola trasparente, oppure usate questo trucco che ho visto su un giornale tedesco. mettere tutto in un sacco grandi di plastica!!
davvero un’ottima idea.
iniziate con poco kummel(carvi)*, ha un gusto molto forte.
2 cucchiaini di aglio tritato (facoltativo)
2 cucchiaini di semi di kummel(carvi)* anche pestati
2 cucchiaini di origano secco
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 1/2 cucchiaio di sale fino marino
1 cucchiaio di pepe nero macinato grosso
3 cucchiai di succo di lime spremuto
3-4 cucchiai di olio di oliva(o di semi se preferite
mescolare tutti gli ingredienti.


tagliate la lonza (filetto, bistecca) a pezzetti e metteteli a marinare.
dopo almeno almeno 3 ore di marinatura(vedrete come la carne diventa più chiara)

mettete tutto in una padella caldissima
aggiungete 1/2 bicchiere di vino rosso e fate rosolare, sfumando il vino a fuoco vivace.
abbassate e finite di cuocere.

potete scegliere se servire la carne con un po’ di sughetto, allora lasciate a fuoco dolce finché la carne non è cotta.


oppure
leggermente caramellata, allora lasciate il fuoco vivace, mescolando in continuazione finché la carne non è cotta e caramellata quasi. (vi accorgete perché continua ad attaccarsi al fondo, non caramellate troppo, il cumino se abbrustolito troppo diventa molto amaro)


brigidaa_te:
per sapere la differenza tra i vari cumini…
*cumino ed il carvi

UB, queste sono per te!🙂

Abbecedario Culinario della Comunità Europea

Le regole, le nazioni, i blog ospitanti li trovate su in alto nella home, sottoAbbecedario Culinario Europeo.

Invece la raccolta delle ricette arrivate le trovate come sempre sul blog dellaTrattoria Muvara

2 responses to “Mina Svenska recept

  1. Grazie per aver partecipato alla nostra tappa svedese! Trovi tutte le ricette qui: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/08/l-come-laxpudding.html.
    E ora…dal freddo della Svezia al caldo di Cipro, pronti i bagagli?

    Ciaooo
    Aiu’

    PS Questa tappa non te la potevi perdere per niente al mondo😉

    • Ah, Elo!!
      Avrei voluto fare molto di più che postare vecchie ricette e consigli di viaggio!
      Uff era la mia occasione “brillare” e mi sono persa per strada!
      Never mind….mi cavo il maglio, mi infilo il costume e parto per il Cipro!!
      Grazie a te!!
      baciussssss

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s