Zuppa bretone di pesce con sidro e acetosella (it)

Zuppa bretone con sidro e acetosella

L’ultima ricetta francese porto da Elena dello Zibaldone Culinario che ospita  Abbecedario  della Trattoria Muvara  fino al 21 Aprile 2013 non c’entra niente con il trekking che vi voglio raccontare.

La zuppa è bretone (è stra buona, rifatta 3 volte da quando l’ho provata)

ed il trekking è un “giro” intorno al Monte Bianco.

Due parti opposti della FRancia.

L’unica cosa che hanno in comune è il colore. Bianco

Bianca la zuppa, bianca la punta del Monte Bianco.

mb

L’anno scorso in Giugno ci sono stata vicina. Praticamente dall’altra parte delle montagne a sud (Massif de la Vanoise) del Monte Bianco.

3 countries
(Pian della Mussa è la piccola x in fondo alla cartina)

pian della mussa

In un minuscolo incantato paese di Balme in Alta Savoia.

Mi sono perdutamente innamorata come mi sono infilata nella valle di Lanzo, seguendo il brusio del torrente dello Stura

Balme (To) 14-17 June 2012

ho guidato avanti avanti tornante dopo tornate fino ad arrivare a Balme.

Balme (To) 14-17 June 2012

E la mattina dopo ho proseguito seguendo la strada fino alla fine, in Pian della Mussa.

La SP 1 finisce lì, praticamente poi inizia il sentiero per Uja Ciamarella (3767mt).🙂

Balme (To) 14-17 June 2012

Se siete amanti di montagne, di trekking e/o sci di fondo vi consiglio di andare fare una vacanza lì.

Invece se volete un giro impegnativo, uno dei 10 più affascinanti percorsi del mondo, vi consiglio il Tour du Mont Blanc.
Info su TMB (le foto sono del loro sito)

E’ impegnativo ma di buona qualità, non ha passaggi di ferrate(inteso ferrate dove c’è bisogno di tutta l’attrezzatura)

L’unico “neo” è la popolarità, essendo uno dei trekking ultra-classici.

Ma mi riesce difficile immaginare di trovare da litigare per lo spazio sui sentieri qui.🙂

Si può partire da ogni dei 3 paese che viene attraversato, l’accesso dalla FRancia è Les Houche, L’Italia Courmayeur e in Svizzera da Champex.

Notevole il dislivello totale del trekking: 9400mt!

Si parte(e si arriva a) da 1008mt di Les Houches.
L’altitudine massima del trekking è a Col du Gran Ferret, al confine fra Italia e Svizzera.

Invece dal lato opposto cioè da Col de Balme si ha la vista migliore sul Monte Bianco.

Vi è venuta fame? Provate questa deliziosa zuppa-
Per comodità vi ho messo la ricetta originale, ma non ho usato il burro.
Invece del sidro ho usato un’acquavite al 38% di mele (tedesca)
Invece dell’acetosella che non era spuntata ho usato le foglie tritate dell’Erba di San Pietro(Balsamita major).
Ho usato la sogliola le prime 2 volte e il merluzzo l’ultima volta.
Sempre pesce fresco. La sogliola ci è piaciuta di più, è più gustosa.
La ricetta l’ho trovato su un libro di zuppe che ho.
Tuttoricette
Zuppe
ed. Gribaudo-Parragon

ma l’ho trovata anche in rete: qui

Zuppa bretone con sidro e acetosella.

Zuppa bretone con sidro e acetosella

Vi serve:
10 grammi di burro (olio di oliva extravergine)
un porro tagliato a rondelle,
due scalogni finemente tritati,
125 ml di sidro secco (acquavite di mela)
300 ml di brodo di pesce (brodo vegetale)
250 grammi di patate tagliate a dadini,
una foglia di alloro,
quattro cucchiai di farina (farina di riso)
200 ml di latte (latte di soia)
200 ml di panna (non messa, ho aggiunto un po’ di più di farina di riso)
60 grammi di foglie di acetosella(foglie di san pietro)
350 grammi di filetto di merluzzo o coda di rospo (sogliola)
privata della pelle e tagliato in pezzetti di due o tre centimetri di grandezza
sale e pepe.

Fate sciogliere il burro in una larga casseruola a fuoco medio basso, includetevi il porro e gli scalogni e fateli appassire, amalgamando spesso, per circa cinque o sei minuti. Unite il sidro e portate a ebollizione.

Combinare il brodo, le patate e l’alloro con una generosa presa di sale ( s meno che il brodo non sia già molto saporito) e riportate a bollore. Riducete il fuoco, chiudete il tegame con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso per circa una decina di minuti.

Mettete la farina in una terrina ed incorporatevi qualche cucchiaio di latte in modo da ottenere una densa pastella, poi aggiungete ancora un po’ di latte per diluirla un poco ,rimescolando. Regolate il fuoco sotto la zuppa in modo da farla sobbollire appena.

Unitevi la pastella e fate cuocere,mescolando spesso, per circa cinque o sei minuti. Aggiungete il latte rimasto e metà della panna e fate cuocere per altri una decina di minuti, o fino al momento in cui le patate non saranno tenere.

Tritate finemente l’acetosella e unitela alla panna rimasta, unite quindi la panna alla zuppa insieme al pesce. Fate cuocere per altri tre minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il pesce non comincerà a disfarsi. Regolate i sale, se necessario, insaporite con il pepe, versate la zuppa in piatti riscaldati e servite

Zuppa bretone con sidro e acetosella

Abbecedario Culinario della Comunità Europea

Le regole, le nazioni, i blog ospitanti li trovate su in alto nella home, sottoAbbecedario Culinario Europeo.

Invece la raccolta delle ricette arrivate le trovate come sempre sul blog dellaTrattoria Muvara – Abcincucina.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s