Venerdì vegetariano: Vellutata di cavolfiore e fagioli bianchi con Mandorle/ Cumino (it)

Cremy cauliflower with Kumin/almonds - Vellutata di cavolfiore con cumino/mandorle

Da un po’ sono tornata ad andare al teatro.
Ci piace moltissimo andarci d’estate, qui ci sono paesi che sono quasi “famosi” per la “location”, le compagnie teatrali o le pièce proposte.
Fantastico in riva al lago sotto il Castello di Torri, nel Castello di Malcesine, nel parco di Villa Giuliari (Albarè), nell’arena moderna di Cavaion, nella vecchia stazione della Ferrovia di Affi o nel Parco di Villa Poggi, nel cortile della Pieve medievale di Garda.
Tutta l’estate è un susseguirsi di commedie, drammi e concerti.

Ma anche nell’inverno non c’è bisogno di andare fino a Verona, per vedere del buon teatro.
Basta andare a Garda dove la Compagnia Teatrale La Rumarola presenta:
Il Venerdì al Teatro.
Certo la cornice della Sala Congressi in cemento armato non rende, fa un po’ di tristezza secondo me, ma non importa.
Ha una buona acustica, le sedie sono comode e dentro c’è un bel caldino.

Stasera ero da sola, Laura aveva da fare, Simoo era in partenza e Monica già partita.
Ma il venerdì sono spesso da sola, i maschi giocano a calcetto e e le ragazze escono con le amiche.
Amo molto il venerdì all alone, e andare al teatro da sola non è un problema. (tanto ho subito iniziato ciacolare con le persone sedute dietro di me :-DDD)

America, si chiamava il pezzo di stasera.
Racconta la storia di una famiglia che emigra dalla Lessinia (Sant’Anna d’alfaedo nel cuore della Valpolicella) in America.
Tre generazioni di storia Americana, attraverso gli occhi di 3 uomini diversi.
Dal Nonno Giovanni Giacopuzzi, passando per il figlio, Lindo al nipote John.
Una storia vera, con una narrazione intensa, fatta di parole e musica che accompagnava i personaggi…..o il personaggio.
Un incredibile Guido Ruzzenenti che ha interpretato tutti i 3 personaggi.
La musica dal vivo (mi è piaciuta da morire) con Stefano Bersani e Antonio Cantieri, gli
Acoustic Duo.

La storia era molto interessante, mi ha molto preso, anzi anche un po’ commossa alla fine, un po’ perché i posti li conosco, un po’ perché mi piace la Lessinia quasi quanto il Baldo, un po’ perché non conoscendo molto delle mie radici, amo sentire raccontare le storie di vita di altre famiglie, delle loro radici.

Alla fine mi sono commossa perché John, (il nipote) da anziano ha sentito il bisogno di tornare in Italia a cercare le sue radici, di andare vedere quella terra che il suo Nonno Giovanni amava tanto e aveva tanto raccontato.
A Coste, una piccola contrada di Sant’Anna, ha trovato un rudere ed accarezzando le vecchie pietre si è sentito a casa.

Era tutto partito da una lettera del cugino Angelo Giacopuzzi……

Altro non vi dico, se avete l’occasione andatelo a vedere e anche Il Ponte sugli Oceani, altra opera (tra altro ultra premiata) di questa compagnia teatrale che è TeatroImperia
Un commento speciale va a Andrea Castelletti, che presentando il pezzo di stasera ha detto una cosa giusta “se ognuno di noi portasse un amico, il teatro per incanto sarebbe pieno”.

Ha ragione, usciamo..andiamo a Teatro!🙂

Oggi è stato anche una giornata magnifica qui sul lago più bello d’Italia e stasera il tramonto non è stato da meno..
qui la baia di Garda vista da Costermano
view of the lake from Costermano 27 dic 2012

qui il lago visto dal lungolago di Bardolino

view of the lake from Bardolino 27 dic 2012

Sono anche gli ultimi giorni per mandare una ricetta cavolosa a Mirco per Salutiamoci di Dicembre.

Io quasi quasi gli porto questa🙂

Vellutata di cavolfiore con fagioli bianchi e Mandorle/Cumino

Cremy cauliflower with Kumin/almonds - Vellutata di cavolfiore con cumino/mandorle

Vi serve:
250 gr di fagioli bianchi (messi in ammollo la sera prima)
un cavolfiore
2 patate
2 carote
2 scalogni
olio di oliva extravergine
dado vegetale
erbe (salvia, maggiorana, timo)
per servire
semi di cumino tostate oppure
scaglie di mandorle tostate
olio di zucca (facoltativo)

Fate appassire i scalogni tritati in un filo d’olio.
Aggiungete i fagioli scolati, le carote pelate a rondelle, patate pelate a tocchetti, il dado e gli aromi e fate insaporire.
Coprite con 1.5l di acqua e cuocete:
40min (dopo il fischio) in pentola a pressione
1 ora in pentola normale
2 ore in pentola di coccia a fiamma dolcissima

Cremy cauliflower with Kumin/almonds - Vellutata di cavolfiore con cumino/mandorle

Servite con le scaglie di mandorle tostate o i semini di cumino tostate.
Ci stanno benissimo tutti due. Danno sapori diversi, ma ottimi tutti due.
Caldo, cremoso, cavoloso!!
🙂

Cremy cauliflower with Kumin/almonds - Vellutata di cavolfiore con cumino/mandorle

Brigida_ate:
Le foto sono la vellutata fatta in 2 occasioni diverse, ecco perché la diversità di colore.

Tutto questo va a
Mirco di l’Orto di Michelle
mettendo il link in questo post.

La tabella degli ingredienti la trovate qui:
Il nostro nuovo blogghetto qui
La pagina FB qui.

3 responses to “Venerdì vegetariano: Vellutata di cavolfiore e fagioli bianchi con Mandorle/ Cumino (it)

  1. Ciao Brii, tanti auguri di Buon anno! e complimenti questa vellutata è da leccarsi i baffi! bacio

  2. Questa me la segno: grazie!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s