Lettuce & Chestnut soup – Zuppa di lattuga e castagne (it)

Questa ultima settimana è davvero un regalo, il tempo è bellissimo e c’è ancora turisti che vogliono camminare.
Amo moltissimo questo periodo dell’anno, beh si..ogni periodo ha il suo fascino.
La primavera, l’inizio con i suoi colori tenui e il sole tiepido.
L’estate con il caldo rovente, il cielo azzurro ed i colori forti che poi sbiadiscono nella calura estiva.
L’autunno con le sue mattine e sere frizzanti, il cielo terso e il colori delle foglie che ti avvolgono nel loro colore caldo.
L’inverno con la terra bruna, il silenzio, la solitudine e il colori freddi, nitidi e chiari, quando il nebbia ovattata non avvolge tutto come una coperta spessa.

Ma l’autunno segna la fine, la fine della stagione. Prima non ci facevo caso, ma adesso che “faccio la stagione”, aspetto con trepidazione la fine di ottobre che segna la fine di un’altra stagione estiva.
Sono molto stanca, anzi stanchissima, ma sono molto molto soddisfatta.
E’ stata una bella stagione. Piena. Ma di numeri parlerò quando ho finito e farò la somma.🙂

Oggi avevo un piccolo gruppetto di 5 persone, che si sono ridotti a 4 perché una, Elizabeth ha le vertigini e non ha voluto fare la camminata
Tempesta-Torbole con noi. Ho provato cambiare percorso ma lei ha detto che non voleva scombussolare i piani ed ha proseguito per Riva ed il mercato.

Ho proposto di fare Torbole-Nago tutti insieme venerdì, che è anche l’ultimissimo giorno di lavoro. Yeah!

La giornata oggi era fresca, nei punti dove arrivava il sole (il sentiero delle Busatte corre sotto l’Altissimo e adesso il sole arriva tardi) era caldo, da maniche corte.
La vista era limpida, solo un po’ di foschia verso il sud, si vedeva appena appena La rocca di Manerba stagliarsi in fondo.
Mi piace portare le stesse persone, in questa maniera vedono lo stesso monte come il Monte Cas, che da Campo o Porto sembra un panettone ma dalle Busatte capisci che è una bella punta.

Madonna di Moncastello, Monte Cas

Tempesta - Torbole 25 apr 2012

Oppure il Pizzocolo che da Torri fa vedere il famoso “naso di Napoleone” invece da Castelletto si “spiana” il naso e sembra un monte come un’altro.

View of Pizzocolo and the lake from Crero

Non sempre ci riesco, ma sempre ogni volta mi promettono che torneranno.
E’ la cosa bella è che lo fanno, davvero.🙂

Voglia di autunno, voglia di zuppa, voglia di castagne.
L’idea era una minestra di bietole, ispirata dalla ricetta di Sara aggiungendo le castagne.
Ma non avevo le bietole, così ho optato per la lattuga che stava avvizzendo in frigo.

E’ bella amara, ci è piaciuto molto, moltissimo!
(parlo per Sofi, Niki e me che l’hanno assaggiata)

Lattuce & Chestnut soup - Minestra di lattuga e castagne

Minestra di Lattuga e castagne
300gr di lattuga
300gr di castagne
2 scalogni
mezzo porro
500ml di acqua
1 cucchiaio di dado vegetale home made
timo selvatico (ne vado pazza, lo raccolgo nella camminate su per Brenzone dove cresce sui lastroni al sole)
misto di semi vari (zucca, sesamo, lino etc)

Incidere le castagne e se avete il camino accesso arrostirli sul fuoco, se no in forno 250°C per 20min.
Pelare e mettere da parte
in una pentola far appassire i scalogni e porro a rondelle con un cucchiaio di dado.
aggiungere le castagne sbriciolate e far insaporire.
Aggiungere la lattuga tagliata grossolanamente (con un coltello di plastica per non ossidarla)
Far insaporire mescolando continuamente per non far attaccare tutto.
Aggiungere l’acqua e cuocere per un 20min a fuoco vivace finché l’acqua sia quasi evaporata.
Servire caldissimo con i semini cosparsi sopra.

Lattuce & Chestnut soup - Minestra di lattuga e castagne

Avete tempo fino al 30 di Ottobre mandare vostre ricette ad Azabel,

mettendo il link in questo post.

La tabella degli ingredienti la trovate qui:
Il nostro nuovo blogghetto qui
La pagina FB qui.

3 responses to “Lettuce & Chestnut soup – Zuppa di lattuga e castagne (it)

  1. Anche qui dopo 2-3 giorni di bufera e’ tornato il sole. E sabato scorso al mercato ho trovato le castagne, che qui sono un lusso (e non possiamo lamentarci perche’ sono di produzione locale). Vediamo se mi viene in mente qualcosa. La tua zuppa e’ molto invitante!

  2. Adoro il tuo lago, lo considero il più bello! Tutti i paesi che vi si affacciano hanno un fascino meraviglioso.
    Paesaggi a parte .. la tua minestra è davvero bella!
    Poi adoro tutti i semi e semini (ma li hai tostati?)
    Grazie, Lydia

  3. che buona…in questo periodo mi cerco spesso il gratificante sapore amaro. Un bacione

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s