La puccia della Spasa ovvero Foccacia ai porri e olive (it)

Con l’Abbecedario Culinario  siamo arrivati in Basilicata!
Ci ospita la mia amica Simona di Briciole!

Martedì sono stata a casa e così ho preparato il primo piatto per il suo raccolto, dopo naturalmente bisognava aspettare Giovedì per postare..il tempo mi sfugge.
Ma sono anche stanca, stanchissima.  Questa settimana andare a camminare è davvero difficile. Lunedì era terribile, non so quanti gradi ma so quanti litri ho bevuto…3!!!  Credo che ieri c’erano 38° a Maderno!!! Ho bevuto quasi 4l di acqua. Oggi è andata meglio ero a Madonna della Corona con 39 tedescotti, c’erano “solo” 27° (ma considerate che eravamo a 900mt!) così oggi ho bevuto meno…:-)

Naturalmente niente di questa c’entra con Basilicata, ma se notate che la mia ortografia sia peggio del solito, sapete perché. Sono fusaaaaaaa!

Quando ho detto a Flo che eravamo arrivati in Basilicata, mi ha detto di dirvi del parco Eolico di Montemurro.
Ora, sapendo quanto produce la rotonda di Affi che è “solo” 1MW, questo parco
che in totale è di quasi 30MW, produce tanta tanta energia pulitissima. E non solo, è una fonte d’incasso importantissima per il comune.

Sul sito di InnBasilicata ho trovato l’itinerario con  la traccia GPS con descrizione del percorso per vedere la Valle d’Agri e il parco eolico:

La Val d’Agri è a tutti gli effetti “Terra dell’Energia”, non solo per il più grande giacimento petrolifero europeo su terra ferma ma anche per la presenza di energie pulite da scoprire attraverso un itinerario di mototurismo lungo 89 km.
L’itinerario GPS inizia da Tramutola con la visita alla centrale idroelettrica in località Caolo. Costruita in uno splendido scenario ambientale nel secondo decennio del secolo scorso, è tutt’oggi in pieno funzionamento.
Nelle vicinanze è possibile assistere anche ad un raro e sorprendente fenomeno naturale: l’affioramento di acqua mista a petrolio e quello di acqua calda a 32° C contenente discrete percentuali di gas.

Continuiamo l’itinerario GPS in direzione di Spinoso giungiendo al lago di Pietra del Pertusillo, un ampio bacino artificiale ottenuto dallo sbarramento dell’alto corso dell’Agri. L’opera fu costruita per alimentare la centrale idroelettrica di Missanello. L’invaso,che occupa una superficie di 75 kmq, è oggi un vero e proprio paradiso naturale, riserva di un pregevole patrimonio ambientale.

Dalla diga di pietra del Pertusillo ci immettiamo sulla strada SS 598 e andiamo in direzione di Montemurro, il paese del vento. A Montemurro, nei pressi del santuario di Maria Santissima di Servigliano sul punto più alto della serra di Montemurro, dal 2002 sono presenti due parchi eolici con 36 torri.

Lasciando alle spalle il parco eolico proseguiamo in direzione del santuario di Maria Santissima di Servigliano, da qui proseguiamo per Viggiano, verso la zona industriale ed il centro oli che raggiungiamo dopo circa 20 km. La Basilicata è un territorio particolarmente ricco di giacimenti petroliferi e di gas. In Val d’Agri, infatti, è situato il più grande giacimento dell’Europa continentale. Negli anni Ottanta fu costruito per la prima fase di lavorazione del greggio il centro oli a Viggiano.
A poche centinaia di metri è situato anche un parco fotovoltaico tra i più estesi della Basilicata.
L’itinerario di mototurismo si conclude a Viggiano il comune situato nella parte alta della valle.

La ricetta forse non ricorda la Basilicata (non so davvero da dove ha originale la parola puccia), forse sarebbe stato meglio provare fare il pane di Altamura, ma su uno dei miei libri di cucina regionale c’era questo pane, ed io che sono in una fase molto pigra non ho cercato oltre.🙂
Io ho usato solo farina integrale bio, perciò è venuto un po’ “impaccato”.
Se seguite la ricetta, viene più una focaccia morbida.
E’ molto gustoso e si accompagna benissimo con un’insalata di cereali.

LA PUCCIA DELLA SPASA ovvero Focaccia ai porri e olive

Leak & Olive Bread - Pane con porri e olive

Vi serve:

500 gr. di farina –(integrale bio)
450 gr. d’acqua tiepida –
25 gr. di lievito di birra – (5gr di lievito secco)
1 cucchiaio di sale grosso – (non messo)
200 gr. d’olive snocciolate –
1 cucchiaio di capperi –
5 filetti d’acciughe –
300 gr. di porri o cipolline  (cipolla rossa di tropea)
90 gr. d’olio

Tritare i porri, cipolla, acciughe, olive e capperi.
Far sciogliere il lievito nell’acqua ed aggiungere la farina.
Lavorare l’impasto per ca 5min e poi aggiungere il resto degli ingredienti.
Far lavorare l’impasto per 10min buoni, deve rimanere appiccicoso e un po’ liquido..
Versare il composto in una teglia unta e infarinata o coperta di cartaforno.
Lasciare lievitare per 4ore e poi infornare a 220° per 40-50min.

Leak & Olive Bread - Pane con porri e olive
Questa ricetta va alla mia amica Simona di Briciole che ospita noi e la regione Basilicata per  Abbecedario Culinario !

 
M come Mamma mia!

8 responses to “La puccia della Spasa ovvero Foccacia ai porri e olive (it)

  1. Che bona!!! Adoro sia i porri chele olive!!! Voglioooooo!!!!

  2. Gnammmmeeeeeeee!!! Briiiiiiiii però è più furba del caldo😀 infradito in zaino e via :DDDDD
    baciusssssssssssss

    • hahahahahaha
      Vedessi che piedi bianchi che ho..tipo calzino.
      Ho un’abbronzatura da muratore!!
      Infradito è un must!
      baciusss

  3. Grazie per le informazioni sul parco eolico. E grazie per questa focaccia appetitosa.
    P.S. In questo post parlo di un pane che si chiama puccia e faccio riferimento a questa pagina che spiega l’etimologia della parola.

  4. M come MMMMM che buonooooo🙂

    Eccola finalmente la M: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/06/m-come-matera.html!!!!!

    Grazie per la partecipazione e continua il viaggio con noi!
    Ciauuu
    Aiu’

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s