brodo di giuggiole



oooooh finalmente bel tempo! quindi che si fa?
ma si va a ciaspolare naturalmente!


non aggiungo niente, le foto parlano da sole. io ero così felice di essere là su di nuovo,
anche se ho fatto una fatica tremenda. erano 3 mesi che non si faceva una bella scarpinata con un dislivello decente. i 900mt di oggi lì ho sentiti! :DDD
infatti Simoo ci ha messo 25min Mondini-Fiori del Baldo con un cava giacca/metti ciaspole in mezzo, io ci ho messo sicuro 10min di più, se non un quarto d’ora.
ma non importa, ognuno va a suo ritmo e poi alla fine ci ritroviamo sempre :-DDDù

in mezzo alla neve

 io felicissima sulla neve con il lago dietro


neve sole

sole cielo quasi senza nuvole e neve bianchissima


ciaspole e bacchettine al sole vista lago

anche le ciaspole e le bacchettine meritano riposo con vista lago :-DD




malga ortigaretta

uno dei miei posti preferiti in assoluto Malga Ortigaretta, ci andrei vivere subito!




lago con foschia

questa è la vista dalla malghetta, bellissima!

creste di naole


le creste di Naole, viste dal rif, Chierego. la pioggia e la nebbia degli ultimi giorni ha fatto sciogliere quasi tutta la tantissima neve che è venuta giù.
ha piovuto anche qui su, a quasi 2000mt!




Brodo di giuggiole


vecchissima ricetta che mi ha dato la cara Marisa della Moranda.
questa è solo la terza volta che la faccio, è un po’ laboriosa da fare e poi si fa fatica trovare le giuggiole (e qui mi viene il nervoso, visto che ne ho 3 di alberi! ma non fanno giuggiole e non riusciamo capirne il motivo)






dose per 5-6 vasetti

ingredienti
1kg di giuggiole (ne ho messe 1.3kg)
1kg di zucchero
2 grappoli di uva Zibibbo (ne ho messo 1kg di uva bianca)
vino cabernet ( a piacere, ne versato un bel po’)
2 mele cotogne sbucciate e tagliate sottilmente (le mie pesavano 350gr sbucciate)
buccia grattugiata di un limone
acqua q.b. (ne ho messo 2 litri)

lasciare appassire le giuggiole(ci vuole un paio di giorni). non sbucciare. 
pesare e mettere in una pentola , ricoprire d’acqua.
pulire ed aggiungere l’uva e lo zucchero. cuocere per un’ora a fuoco dolce. 
aggiungere le mele e il cabernet…alzare la fiamma e far evaporare il vino. verso la fine della cottura(quando si sta gelificando) aggiungere la buccia del limone grattugiato. invasare a caldo, capovolgere e lasciare raffreddare



io ho fatto così:
ho lasciato appassire le giuggiole, poi ho messo le giuggiole in una pentola insieme all’uva e le mele sbucciate e tagliate a tocchi, ho ricoperto d’acqua.
ho cotto per ca 2 ore a fuoco dolce (ma era tanta) e poi ho aggiunto il cabernet e ho cotto ancora per ca 30min a fuoco dolce.
ho lasciato marinare tutta la notte ed il giorno dopo ho fatto cuocere un’altro pò, giusto da riscaldare il tutto.
ho passato tutto al passaverdura, faticosooooo!
poi ho aggiunto 550gr di zucchero e ho cotto per ca mezzoretta.
invasato e capovolto.
secondo noi è venuto un pò troppo dolce lo stesso. non sono riuscita eliminare tutte le bucce, infatti un pochino si sentono.
il gusto assomiglia vagamente ad una composta di prugne.
non so esattamente a cosa si possa abbinare, ho provato con un formaggio morbido(robiola) e ci stava benissimo (ma quando mai non ci sta bene?) ho chiesto consiglio a Simoo, che mi ha detto che lei ha trovato il suo vaso mezzo vuoto in frigo quindi presume che Beppino l’abbia mangiato così, a cucchiaiate!
la vedo con della carne, ma ci devo pensare.
al limite spalmo il tacchino di natale con il brodo di giuggiole e faccio una specie di crosta dolce. che ne pensate?

mando questa ricetta Kristina di tutto a occhio che ospita WHB #263
 questa settimana
grazie mille, Kris per l’ospitalità e la disponibilità

Ringrazio Kalyn di Kalyn’s Kitchen per questa bellissima iniziativa
ed
per avermi dato l’opportunità di fare la versione Italiana.

Vi ricordo anche che tutte le nostre raccolte verranno pubblicate sul
blog di Haalo.

3 responses to “brodo di giuggiole

  1. Il prossimo anno le giuggiole te le do io :-))))Bellissime foto Brii!!!

  2. Che posti fantastici, proprio per stare bene con se stessi!Sai che le giuggiole, a parte che non saprei dove trovarle, non le ho proprio mai assaggiate?baciuss

  3. @ale, ci conto!!chissa cosa hanno i miei alberi :(forse sono messe in un posto sbagliato, mah!@simooo, eh sì, se non veniva simoo, ero prontissima andare da sola. avevo una gran voglia fare una passeggiata rilassante ossigenante.le giuggiole sono buonissime anche da mangiare fresche , ma effettivamente sempre più difficili a trovare. si trovano spesso in vecchi giardini, messi vicino al cancello (non mi ricordo per qual motivo)baciuss brii

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s