confettura di albicocche con zenzero e timo

domenica scorsa siamo rimasti in 2 fare il brunch..
erik voleva dormire, niki era a lavorare, gokki a studiare e sofi era partita..

la mattina presto abbiamo innaffiato da noi, poi siamo andati innaffiare dai miei suoceri..
hanno un giardino grande, rigoglioso bellissimo. si vede che ci lavorano dietro da 40anni.
io guardo il nostro di giardino…dove mettiamo mani da quasi 25anni..e non è neanche un terzo di quello di miei suoceri!
noi stiamo in collina, quindi è a terrazzi..dove una volta coltivavano le vigne, le vigne non ci sono più..sono rimasti gli olivi però.
la terra è calcarea, impermeabile, povera, quando si secca diventa dura, durissima.
la parte sopra del giardino, l’abbiamo lasciato come era.
in cima alla collina ci sono due vecchie querce e flo ha messo una panchina sotto (orrenda, fatta da lui…ma gli dico qualcosa??? :))))) )
io sognavo delle rose che si rampicassero su per le querce, come nel giardino di vita sackville-west..e poi avrebbero dovuto buttare giù le loro rami stracariche di rose…
ma le nostre querce si tengono le foglie vecchie praticamente fino a quando emettono le nuove..
quindi niente!
volevo un bordo di ortensie in fondo, dove si viene giù..sotto un’altra quercia altissima..
ma niente…la terra troppo povera le faceva morie tutte..
l’alternativa era o spaccare,fare un buco grande ed interrare una vasca di terra acida o lasciarle in vaso..
le lascio in vaso! :))
lungo un altro bordo ho piantato della menta…che dovrebbe essere infestantissima!
forse da voi! da me no…mi guarda sconsolata e ingiallisce!
ma daiiiiii…anche quella tornata in vaso!!
ma va bene così…non abbiamo tante pretese, è un privilegio avere un giardino.

siamo felici lo stesso, anche con le erbacce, le infestanti ed i rovi!

lunedì siamo andate fare due passi…22km su e giù per all’altissimo di nago.
sudando, faticando, cadendo ma ridendo tutto il tempo.

colma di malcesine, con sotto il sentiero del ventrar

questa è la colma di malcesine..purtroppo siamo in luglio e l’umidità toglie tantissima visibilità.
siamo partite dall’arrivo della funivia e poi giù fino a bocca di navene (1428mslm)..e poi
su fino al rifugio Damiano Chiesa sull’altissimo (2060mt).


amiche sul muretto

niente di difficile…siamo andate con molta calma, ciacolato, fatto merenda (ho portato la macedonia), fatto foto….in poco più di 2 ore eravamo su.
è stato il ritorno che ci ha stroncate…15km di discesa sassosa, sciovolosa, ripidissima e
davvero lunghissima.
è un percorso amato dai bikers che fanno down hill, quindi il sentiero è rovinato, sassi che si muovono, poi aveva piovuto fino al giorno prima.
era faticosissimo.
pensavamo di essere giù in 3 ore…ma dopo 4 ore eravamo ancora a 400mslm!
ma il tempo stringeva, dovevamo assolutamente prendere il pullman delle 18.17 a torbole perchè avevo lasciato la macchina nel garage della funivia e loro chiudono alle 19!
ho guardato le mie amiche e le ho detto…io vado!
e mi sono buttata giù di corsa..ogni tanto chiamavo…girate a destra…andate dritto..seguite lo sterrato.
il telefono non prendeva bene, era disturbato, cadeva la linea..
ma sono arrivate anche loro in tempo per il pullman…

mitiche!!!!

arrivate a torbole!!

che naturalmente è arrivato con 15min di ritardo.
sono salita e ho detto(?)( strillato forse?) al pullminista…coooooorrrriiiiiiiiii…vaaaaaaaaaaaaaaaai…
mi chiudono il gaaaaaarageeeeee!!! :)))
è stato carinisssimo, perchè ha preso le curve…dritte! :)))
tirando sul rettilineo
arrivate a malcesine..corsetta (beh, ci stava dopo 15km in discesa o no?)
fino alla funivia…dove c’era giovanna che rideva quando mi ha visto arrivare..

l’ultimo momento!!! :)))

martedì ero bella cotta!
ma sono stata scema io non prendere l’aspirina prima di andare a letto
la sera prima. è utile quando si fanno sforzi, aiuta rilassare i muscoli.
ma sono sempre un pò restia prendere medicine…hmmmmm
l’altra sera a cena, mi ha detto rosie di prendere la spirulina che è un’alga..
quindi naturale e fa lo stesso effetto!!

sono andata a milano con gokkina che aveva da fare al politecnico…

gokkina

è enorme…sono rimasta impressionata.

politecnico

wow!!!
milano era caldissima…ed il venticello che soffiava era bollente.
non siamo rimaste molto…siamo scappate subitissimo.

il lago è tutto un’altra cosa!
lunedì sera a cena…era così.


bardolino 13 luglio 2009

mi dovete scusare, perchè invece di postare le ricette ciliegiose vi posto una(ennesima) ricetta
di confettura.
in questa settimana ne ho fatte altre tre. oi oi :))

confettura du albicocche con zenzero e timo.
ecco, albicocca e zenzero è un’accoppiata ottima..
ho tolto le arance e ho aggiunto il timo.
l’idea della ricetta
albicocca e timo l’ho trovata da franci
naturalmente ho ridotto lo zucchero. :))

confettura di albicocche zenzero e timo

philadelphia  con conf. albi.timo e zenz

1kg di albicocche snocciolate
1 limone
300gr di zucchero
20gr di zenzero fresco grattugiato
un cucchiaio di timo secco*

dare una frullata alle albicocche se non si vuole pezzi, se no mettere le albicocche snocciolate così come vengono in una pentola, aggiungere il suocco del limone spremuto, lo zenzero, il timo e lo zucchero.
mescolare e far cuocere per un’ora (fate prendere bollore e poi abbassate, così non si forma la schiuma che poi dovete togliere)
lasciate riposare una notte al fresco (non nella pentola, in un recipente di vetro o plastica)
questo aiuta rassoddare, solidificare la confettura.
il giorno dopo fate riprendere bollore (trasferite la confettura nella pentola)
poi abbassate e fate cuocere a fuoco dolce per un’ora.
invasate e capovolgete.
lasciate capovolti fino a completo raffreddamento.
conservare in un posto fresco, buio ed asciutto.

brigidaa_te:
ecco..ho iniziato il posto del brunch della domenica…
e poi mi sono persa :))
questa marmellata è ottima con la robiola…p.es🙂

* preferite gli aromi secchi se li volete lasciare nella confettura.
gli aromi freschi, la frutta secca tendono far andare male le confetture prima del tempo.

la confettura resta morbida, per la poca presenza di zucchero.
se aumentate lo zucchero,anche la confettura diventa più solida.

8 responses to “confettura di albicocche con zenzero e timo

  1. Da te trovo sempre entusiasmo, attività all'ennesima potenza ed ottime marmellate aromatizzate :))Bacioni e Buon WE

  2. buon giornooooo cara!!!grazie :))sono fortunata, ho trovato amiche che hanno la stessa passione. :)sai che ho fatto la confettura di fichi e anice stellato??è spettacolare!!!ti auguro una buonissima giornata!baciusssss

  3. Quando leggo le ricette delle tue marmellate e vedo le foto del tuo lago, ti invidio da morire deve essere fantastico cenare in giardino con un tramonto così!!!! :-)))ciao Francesca

  4. Anche io ho fatto la marmellata di albicocche ieri!!E' venuta una squisitezza!GNAM me ne mangerei a tonnellate!!!Appena riesco la posto!BacioniCastagna

  5. hai qualche vasetto di troppo??? siii?? faccio un salto ;-))P.S. andiamo a Firenze…o a Venezia …o a Trento? insomma andiamooo??

  6. Brii, Astro… io voto per FIRENZE! Vi porto in un posticino ad assaggiare una cosa buona buona…

  7. Cara Brii, giovedì ti ho pensata tanto. Sono stata all'isola di Mainau, l'isola dei fiori sul Lago di Costanza, e ho pensato che ti sarebbe piaciuta da morire. La conosci? Il lago trasmette un fascino particolare. Comprendo quindi il perchè tu sia così innamorata del tuo lago.Sai che adoro le confetture con le erbe aromatiche. Con il timo ancora non ho provato. E ho la scelta fra timo normale, timo limone e timo arancio🙂 La farò.Un bacioneAlex

  8. slurp, slurp…ciao Brii…sono tornata!!!!!!!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s