pangrattato dolce e salato

mmmmmmmmmmm…quando non posti per un po’..si presenta un problema..
cosa raccontare! :))
potrei, dovrei, dirvelo in una sola parola:
STUDIO!

ma poi ci credete??? :)))))
effettivamente più del tempo sono china sopra i libri…
e devo dire che mi sto appassionando..
anche al territorio padovano..patavino come sarebbe più bello chiamare.
sapete perchè?
martedì…dopo una mattinata intensissima trascorso con elisabetta(non abbastanza), crii (poco purtroppo), marta (pochissimo, purtroppissimo)…ho fatto due passi e sono andata al museo di storia naturale..
lì avrei trovato i libri di botanica mancanti…libri vecchi e non in prestito.. che si possono solo consultare.
sono rimasta affascinata dalla biblioteca del museo…
luminoso, con tante stanze e stanzette, pavimento scricchioloso, odore di polvere millenaria :))),
libri vecchi, consunti..
era magico…e se ci penso che l’idea è di
francesco calzolari…mi emoziono…
lui…visse dal 1522-1609…
ed infatti quest’anno rincorre il 400simo della sua morte
e sono in cantiere due festeggiamenti..sia a Rivoli che a Verona…
(e orco gatto..cosa c’entra con Padova??????? :)))))) )
eh già…mi perdo!!!!


dicevo che avrei dovuto trovare i libri di botanica..invece no!
stanno traslocando e i libri già messi in scatoloni..sono appunto tutti libri e trattati di botanica!
che sfortunaaaaaaaaa!!
vabeh…ho ciacolato con la bibiliotecaria che mi ha detto che mi aspetta per altre consultazioni o anche solo di passare a salutare :)))
stare zitta? no eh???

mancava un tot al pullman di ritorno quindi mi sono avviata verso il centro…
mi sono detta altri 2 passi fanno solo che bene e così…
vado comprarmi la cartina Kompass dei Colli Euganei…
entro da Ghelfi &Barbato..credo la più vecchia libreria di Verona..
ormai so dove “nascondo” le cartine quindi mi fiondo su le scale e
mi infilo nell’angolo dopo cucina, dieta, animali e giardinaggio :))))
le cartine le hanno messe in una nicchia che per arrivarghe bisogna porgersi, allungarsi, distendersi..insomma strechiarsi …più lunghi ci si riesce fare…più in alto si arriva :))))
prima le ho messe in ordine brontolando, poi le ho passate una ad una..(ho sbavato su tutte :))) )
naturalmente la n° 600 colli euganei…non c’era!! :(((
mò che facciamo???
mi giro, mi piego e comincio passare i libri in fianco uno ad uno..
che voglia prenderle tutte!!
in mezzo trovo un libro che la copertina simile di una che già…
il mio è il n° 52 della collana…
“Escursioni sul Monte Baldo”
la mia copia è stata gentilemente regalata da giorgio e piero🙂
ho visto che il n°22 parlava dei Colli Euganei
“escursioni nei Colli Euganei”
sfoglio il libro e trovo una frase che mi convince all’istante,
mi fa venire voglia imparare e conoscere il territorio.
“Per me lessinico e montebaldino quando li (i colli) vedo spuntare nei controluce mattutini delle giornate depurgate dal föhn nella direzione di un mitico Oriente veneto, mi fanno pensare alla Creazione, come fossero le cime delle Alpi nascenti dal mare, dalla Tetide luminosa sullo sfondo dell’Adriatico”
ora che lo sto leggendo, che guardo la carta geologica del veneto, che studio come si siano formati, chi ci è passato, cosa hanno fatto, che vado visitare il sito del Parco….
mi appassiono sempre di più :)))
è interessantissimo, appassionante..si stanno incastrando i vari pezzi che sento, che studio, che vedo..comincio piano piano (pianissimo!) capirci qualcosa.
ecco…
adesso posso anche passare a qualche ricetta, giusto? in fondo è o non è un blog di cucina :)))
sono indietro con le ricette, sabato abbiamo festeggiato luca (a sopresa) e sofi (cena teenagers)
quindi sofi ed io abbiamo sfornato un bel po’.
ma devo riordinare le varie ricette (e magari abbinarli a qualche altro racconto :)))) )
usate il pangrattato? lo comprate o lo fate voi?
a parte il pane vecchio che si può usare e viene benissimo, uso anche grissini, schiacciatine o biscotti che non piacciono o sono vecchi.
per il pangrattato salato
grissini, schiacciatine o pane vecchio
erbe aromatiche
triate tutto insieme e lasciate asciugare
tenete in scatolette di plastica in freezer.
ottimo su verdure al forno

oppure piccole torte salate
(si capisce che sono a forma di cuore??? :))

minicuori con tonno, capperi ed acciughe

per 6 minicuori
una confezione di pasta sfoglia
una scatola di tonno da 180gr (al naturale)
2 cucchiai di capperi
4-5 acciughe
una cipolla
pepe
pangrattato salato
foderate gli stampi a cuore con la pasta sfoglia, anche a pezzettini, importante che il bordo venga più unito possibile.
in una padella fate appassire la cipolla tritata in un filo di olio.
aggiungere le acciughe e farle sciogliere
bagnare ev. con un goccio di vino bianco se si asciuga troppo.
aggiungere il tonni ed i capperi. mescolare fare insaporire ed asciugare.
lasciate raffreddare il composto completamente(se no, la sfoglia si molla)
mettere un pochino di pangrattato sul fondo e versare la farcia.
cospargere di pangrattato ed infornare a 200° per ca 25min
ottimi caldi, tiepidi o freddi.
pangrattato dolce
biscotti o pane vecchio non salato
cannella in polvere
carodomomo in polvere
zenzero in polvere
tritate tutto finemenete e mettete in un contenitore di plastica in freezer o in vaso di vetro in frigo.
ottimo come crumble per un dolce velocissimo


crumble veloce di pangrattato dolce e mele

4-5mele golden o tipo simile(usate pure le mele fiappe che girano e non avete ancora deciso cosa farne)
pangrattato dolce
fiocchi d’avena (facoltativo)
burro
zucchero (anche no :))) )
sbucciate le mele e affettatele sottilmente.
in una ciotola mescolate il pangrattato e i fiocchi, poi aggiungete il burro a pezzi e lavorate con le dita.
fate delle briciole.
adesso o mescolate le mele con il crumble e versate tutto in una pirofila oppure
mettete le mele in fondo alla pirfila e coprite con il crumble.
se volete una crosticina più dura, cospargere con (poco) zucchero.
infornare a 180° per ca 40min (dipende quanto grande è la pirofila.
brigidaa_te…
non riesco darvi le dosi esatte per il crumble, perchè io butto tutto insieme e poi vedo se mi manca qualcosa.
vi chiederete cosa c’è nella prima foto..
aaaaaaah una delizia…è il cake bretone di pippi!!
ne ho fatti 3 sabato…due portati alla festa di luca (spariti)
ed uno lasciato per la cena di sofi (nemmeno toccato)
ma direi che è più da adulti che da ragazzi😉
ottimissimo anche freddo oppure tagliato a fette (da freddo) e poi passato velocemente sotto il grill.
buonissima ricetta pippi!!!

15 responses to “pangrattato dolce e salato

  1. Mi piacciono questi piatti dove si usano gli “avanzi”. Anch’io mi grattuggio il pane, ma di solito lo mescolo al massimo al grana, mai pensato di mettere grissini, fette, ecc…

  2. Noi passeremmo giornate in bigblioteca-libreria…ci perdiamo tra tanti libri..tutti con qualcosa id interessante da raccontare!!!Buonissime queste due ricette: semplici ma particolari!bravissima!!un bacione

  3. Ma dai! Il pangrattato conservato in freezer! Il pane che faccio ahimè è sempre così “spazzolato” da noi 3 che non ne rimane mai… sob! Intanto queste ricettine me le conservo bene bene… un bacio e mi raccomando lo studio!Anna

  4. buon pomeriggio amiche!!il sole splende ma l'aria è frizzante, anzi frizzantissima!@alda…mi sei mancata ieri sera…era noiosissimo, se eravamo in due potevamo spettegolare :)))mi sono trovata due pacchi di grissini scaduti e non volevo buttare, così ho provato. :))@manu&silvia…bravissime, prima di oggi (ieri) non avevo mai messo piede in una biblioteca italiana…in svezia, da ragazza ci andavo sempre. è bello scoprire nuove cose..sono contenta che vi piacciono le ricettine.@anna..si si..ma mai nel sacchetto del pane. prende un brutto gusto.e pensa che non si congela! è lì il bello :)))si si studio..anche se con le giornate così belle si fa tantissima fatica stare in casa :)comincio capire i ragazzi che scalpitano quando insisti che devono fare i compiti.:)))amiche, vi auguro un buon pomeriggio..mi rituffo in biblioteca a costermano(ora di restituire) e poi faccio due passi scendo a garda e vado fare ginnastica.e poi…spero di tornare a casa in qualche maniera :)))baciusss tantissimi

  5. brii, da te si può imparare tantissimo!! Lo sai che per me è una scoperta, il pangrattato dolce dei biscotti?? E i grissini che fanno il pangrattato salato??Grazie per le magnifiche idee!E auguri per gli studi!Bacio!

  6. brii!hqi fatto bene a fare questo post sul pangrattato,uno perchè la distinzione è interesantissima, come le ricettine!Due perchè è un’idea otima per riciclare!Bacione

  7. Anche io faccio il pan grattato salato, e anche quello dolce…ma tu ne hai fatta una vera arte, cara Brii! Grazie per le dritte simpatiche ed utili che sempre ci dai…buona giornata e buono studio! bacioni 🙂

  8. Anche i mi faccio il pan grattato da sola! Ma quello dolce… Davvero fantastico! Non c’avevo mai pensato.Lo userò sicuramente per terminare anche dei biscotti un pò troppo secchi!Che bella idea che mi hai dato!

  9. Ciao donna superimpegnata…………nonostante lo studio me ne inventi una dopo l’altra, eheheheh!Questa del pangrattato dolce e salato me la salvo…ma sai che sei incredibile………..una ne pensi cento ne fai!baciiiii

  10. mai fatto il pangrattato, da noi il pane non avanza mai:-)non conoscevo la differenza tra pangrattato dolce e salato, ma ora che lo so li proverò, e anche il tuo crumble che è delizioso!!!

  11. E’ sempre bello leggerti! scorrere le parole come scorrono i tuoi pensieri😉 a presto Pippi

  12. ciao cara…carissima…come ti capisco…io ho quasi finito e sono già molto più libera di prima…adoro queste ricettine fantastiche,,,ti abbraccio

  13. non avevo mai pensato al pangrattato dolce! buon fine settimana

  14. che bello: una gita sui colli euganei, è da tanto che progetto un’escursione!Io faccio sempre il pangrattato in casa, ma su quello dolce non ci avevo mai fatto un pensiero: grande idea!Un bacio e buon fine settimanafra

  15. amicheeee buona sera!!sono riuscita participare alla raccolta di laura dei biscotti salata…come sono contenta!tutto merito di lo!! grazie cara!!sono anche molto contenta che vi sia piaciuto l’idea dei pan grattati :))non riesco buttare il cibo, provo e riprovo, riciclo e ricuocio..non sempre viene bene, ma si riprova :))@giulia…ma siii..sai quando sono secchi e non sanno più di niente..nemmeno la tazza più cioccolatosa riesce più a nascondere il sapore?ecco..vai con il pangrattato dolce :))@saretta..trovo che sia importantissimo riuscire ricilare..è anche un modo insegnare a nostri figli di non sprecare.@romy..sei gentilissima…grazie…mi impegnerò(ma sai che mi piace!!)@kitty..ecco proprio quelli! aggiungi qualche spezia ed il pan grattato è fatto.non aggiungo zucchero nel crumble, i biscotti sono già dolci di loro.(ma si dice così? )@simooooo…bisogna mangiare no? :)) e tante volte aprono 2 pacchetti di biscotti e poi sai come succede, se non vengono mangiati si mollano e così non li mangia più nessuno di sicuro.ed io le frullo e le metto nel dolce! hahahaimpegnata..siiii…ma tanto felice!@gellis..anche qui è difficile che ne avanza. qualche volta ne faccio in più e lo metto via per poterlo fare il pangrattato..se no…dopo si lamentano che non li faccio le cotolette! :))))@pippi….grazie cara!! il cake è fantastico!bellissima ricetta davvero!!@lo…se va tutto bene..(lo spero lo spero, ci credo ci credo) festeggiamo per tuuuuuuuutta l’estate!!oh yeah!!!@marcella..buonissimo fine settimana anche a te!!@fra!!! se va tutto bene…ti porto io! e ti racconto tuuuuuuuttto!!:)))i colli sono molto più affascinati di quello che pensavo.(perchè sono Monte Baldo dipendete :))))adesso che studio la loro storia..delle persone che sono passati di lì..è interessantissimo!!!amiche…vi auguro un bellissimo week end!baciusss tanti

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s