gretas gammaldags pepparkakor

embeh :)))
una delle cose che mi chiedono le amiche è di andare con loro all’ikea.
(oppure ci sono quelle che ci vanno da sole e ridono..;)))) )
si divertono così taaaaanto farmi pronunciare i nomi di tutti oggetti..importante che abbiano un sacco di pallini sopra…oppure quelli con sj, sk, sch…avete presente??? :)))
lo sapete vero che vengo dal profondo sud della Svezia?
che il mio accento è ancora marcatissimo dopo 26 anni di ciacolamenti in italiano?
che se vado a Stockholm, e chiedo qualcosa mi rispondono in inglese??
a Göteborg storpiamo un pochino le parole e ci capiamo a meraviglia?
che riesco capirmi con quelli di Bergen, ma con quelli di Oslo ci parliamo a segni??
che a Copenhagen, mi sembra di essere già a casa, invece sullo Jyttland è incomprensibile quello che dicono?

star zitta? noooooo! :-DD

quando mi è nata la passione per il giardinaggio e le piante. sono rimasta affascinata dal latino.

eeeeeh, che non pensate…non lo so il latino!
..conosco solo i nomi botanici delle piante.
ma è meraviglioso, puoi girare il mondo e farti capire da chiunque..si beh..che abbia passione per le piante! :))

puoi leggere qualsiasi libro o giornale e sai di che pianta parlano.
è fantastico!!
sul comodino in fianco al letto, c’è un libro..letto e riletto, ogni tanto lo prendo in mano e lo sfoglio
un giardino per tutte le stagioni
di vita sackville-west….
è sciupato, pieno di parole evidenziate, note in fondo e foglietti con liste interminabili di piante che vorrei..
è bellissimo…


sopra, sotto, in fianco….cartine del Baldo, libri e giornali di ricette e qualche lexikon (ultimamente quello in spagnolo, per capire il libro di ricette spagnole che mi ha regalato sofi)

sono proprio affascinata dalle lingue!!
per un po’ sono stata “isolata”, qui non trovavo ne libri ne giornali in svedese.
con l’arrivo di internet, questo problema è stato risolto, anzi, mi sono sommersa da notizie…iscrivendomi a ogni newsletter che mi passava d’avanti :))))
il blog inizialmente lo volevo fare su una piattaforma svedese, poi l’idea era di farlo in più lingue…e poi, alla fine soprattuto per mancanza di capacità(mia)….è uscito questo.
eee..se non ci fosse stata
tati…ero ancora qui a provare capire qualcosa :))))

quindi…girando per i blog mi sono imbattuta di questo di mimmi
ha delle ricettine proprio svedesi svedesi, tanto tradizionali..
ho provato i suoi lussekatter, e sono rimasta molto moltissimo contenta..
poi ho provato la sua ricetta dei
pepparkakor…e pensate un  po’
sono quelli giusti, veri, autentici!!

quindi..pronti?
..Natale è appena passato..ma questi si mangiano (ormai) tutto l’anno.
oggi
simo ha postato una ricetta di biscotti con cannella
ve li consiglio se non siete amanti dei pepparkakor, più speziati…
gli altri..seguano me ;)))

vi serve:

pepparkakor - swedish ginger cookies

350gr di zucchero*
100gr di sirap = melassa o miele scuro o malto di frumento o sciroppo d’acero**
130gr di acqua
1 cucchiaio di bicarbonato
250gr di burro
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
700gr di farina








in un pentolino fate sciogliere lo zucchero ed il malto di frumento nell’acqua.
aggiungere il bicarbonato e mescolare.
versare sopra il burro e le spezie e raffreddare il composto mescolando.
aggiungere la farina e lavorare l’impasto
.è mollo ma è giusto così.formare una palla (appiccicosa) e chiuderla in pellicola.
lasciare riposare al fresco per tutta la notte.
il giorno dopo prendere un pochino di impasto alla volte(il resto lasciatelo in frigo finchè non vi serve)stendere l’impasto usando meno farina possibile( su marmo freddo viene molto bene, se no mettete un foglio di carta forno sotto l’impasto che aiuta)e ritagliare i biscotti (se avete usato la carta forno, basta togliere l’impasto in eccesso e trasferire il foglio sulla placca da forno) se no,
trasferirli su una placca del forno ricoperta di carta forno (usate la spatola per spostare i biscotti, così non si sciupano)
cuocere in forno caldissimo a 225° per a 5-7min. anche 8-10 min dipende dal vostro forno e quanto grandi o spessi li avete fatti


lasciare raffreddare su una griglia.raffreddati metterli subito in un scatola.
durano anche 20gg in una scatola chiusa, se li lasciate all’aria si smollano(come quelli comprati)




pepparkakor - swedish ginger cookies

brigidaa_te:

*
io ne avevo messo 250gr, la dose di 350gr è perfetta.
**
il gusto di questi che si avvicina di più al sirap (che un tipo di sciroppo d’acero)
è il malto di frumento.

due cose sono molto importanti:
1) trovare il giusto equilibrio tra le spezie.
aggiungete ed assaggiate. l’impasto deve pizzicare leggermente sulla lingua.
2) tirare molto sottile la pasta.
vengono più croccanti.a me piacciono sottilissimi, ma l’impasto è molto piccicoso e non bisogna aggiungre troppa farina mentre si stende, quindi è come mi ricordavo da piccola..un gran pasticcio! grrrr
3) l’impasto dura anche 4-5 giorni in un posto freddo 




carinissimi come pensiero regalo agli amici insieme ai lussekattor :)))

oppure perché non regalare l’impasto già fatto🙂

pepparkaksdeg

14 responses to “gretas gammaldags pepparkakor

  1. per fortuna è arrivato questo blog così com’è!eper fortuna puoi tradurre le ricette di mimmi per noi! :)))

  2. Che bei biscottini Brii! Ma sai che questa storia delle spezie mi affascina tanto? Io pensavo che fossero prerogativa dei cibi mediterranei ma devo rivedere un po’ di cose!Sai, anche a me piacciono molto le lingue, ti capisco. Che siano dialetti italiani, o lingue straniere. Anni fa studiavo il romeno, una lingua bellissima, e per migliorarmi navigavo nei siti di cucina🙂. Così adesso mi ricordo bene tutti i termini di cucina romena ma poco la grammatica… Insomma, forse non saprei costuire un discorso filato ma andare in un ristorante sì :-))Un bacio e buone feste!

  3. Ogni giorno c’è qualcosa di nuovo, se non è una ricetta è un po’ di vita e sono splendide tutte e due.

  4. Brii, ma sono quei biscottini che si vendono nelle scatole di latta ( a Ikea? ;-)) Se si, a noi piacciono un sacco! E dato che non ce l’ho proprio sotto casa, è un bene poter prepararli da soli!Grazie e un abbraccio!!!

  5. Buonissimi i tuoi Brii!!!!!!!!!!!!!!!Anche a me piacerebbe venire con te all’ikea…..chissà quante belle dritte mi daresti, eheheheh!Bacione!

  6. Brii, mitica, che hai messo la ricetta dei biscottini Ikea di cui vado letteralmente pazza! Abbiamo poi un’altra passione in comune, il latino! Quando lo studiavo io tutti a dirmi “che te ne fai? E’ una lingua morta!”, e poi…è la lingua della botanica, di mille termini informatici, della Chiesa, e te lo trovi storpiato, perchè fa tanto magia e mistero, in tutti i films di fantascienza, nelle fiabe, in Harry Potter! E meno male che era morto! Vita Sacville- West, poi, è bravissima….hai letto i libri di Peyrone? Anche quelli sono carini, per chi ama le piante come te! Bacioni…

  7. Vad roligt att recepten kommer till användning och glädje. Min mamma hälsar också till dig!Kramar Mimmi

  8. Belli questi pacchettini!!!Ciaoooo e ancora buone feste,Aiuolik

  9. buona sera amiche…è proprio inverno inverno..c’è freddo freddo!quanto mi piace! :)))@enza..grazie cara, sei gentilissima..sono così contenta di avervi trovati tutti. :)@laura…ma dai…il romeno..intrigante. ho iniziato due volte studiare il russo..ma non riesco a finire…eh eh mi perdo per strada :))))le spezie sono importanti per la cucina nordica…con poche cose a disposizione in inverno, è importante poter dare un tocco di sapore in più.un bacio a tutta la tua meravigliosa famiglia!@alda…hihi..sei trooppppo carina con me… hai provato fare la torta di orzo?7 uova!!! sono ancora qui che tremo! :)))))@rossa…siiiii..sono proprio loro.li ho regalato in giro per natale, e mi hanno detto che sono uguali!:)))@simo…prima o poi ci dobbiamo andare insieme…così…io dico le parole in svedese..e tu ridi!! :))))@romy…come mi piace trovare le persone..che partendo dalla cucina..si trovano altre passioni in comune.peyrone siiiii…una volta sono andata ad una sua conferenza..ero emozionatissima..non sono riuscita dire una parola..(t’immagini?? :)))) )poi me l’hanno presentato..ed a me è passata l’emozione..poverino :)))))scrive molto bene, mi piace tanto.@mimmi…jättekramar till er båda. nästa försök är din j. frestelse ;))))@aiuolik…grazie cara..sono semplici, ma sono piaciuti :)))amici…vi auguro una buonissima serata.ha en trevli kväll!!baciusss

  10. Mitici, i pepparkor!! Bravissima Brii, me li copio subito subito! Ti abbraccio, tanti tanti affettuosi auguri di Buon Anno Nuovo.

  11. Brii, mi scrivi per favore, a acasadiross@gmail.com. Grazie. Tanti auguri ancora di Buon Anno Nuovo (io non sono toro, bensì cancro, ahimè, se può consolare è stato un anno bello intenso anche per noi povere cancerine… ho altre amiche dello stesso segno)… Baciotti.

  12. Brii sei un vulcano…posso fartii complimenti per questo post? davvero di cuore….mi hai messo allegria e te ne ringrazio ..ne avevo bisogno! mi hai fatto un regalo bellissimo con il tuo spirito e la tua allegria ti abbraccio forte e ti auguro un 2009pieno di cose belle e soprattutto ricco di serenità!!!a presto Pippi

  13. Pingback: Mina Svenska recept | briggishome

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s