ricetta del cuore – gulaschsuppe


la ricetta del cuore… ne ho due…

ero indecisa tra il gulaschsuppe e il tacchino ripieno..
ma forse il tacchino ripieno lo posto verso natale..perchè è il nostro tradizionale piatto natalizio! :))
ricetta del cuore datami da Iris, mia suocera…ed è una ricetta della sua famiglia.
invece questo piatto è stata una richiesta da un nostro gruppo di amici.
andiamo a Zell am See da 15anni, fanno un torneo di calcetto e i ragazzi sono la squadra “straniera” :)))

siamo composti da 22 uomini…ed io.
ma io non faccio proprio parte alla compagnia..parto sempre un giorno prima…vado per vivai, sagre, mostre, supermercati e camminate..mi riempio la macchina di piante e golosità austriache.
ci troviamo a cena…mangiamo insieme..poi loro vanno in giro ed io vado a letto.
è sempre stato così..quando i figli erano piccoli andavano a letto con me…quando sono diventati più grandi uscivano con i ragazzi.
facciamo scorpacciate di kartoffelsalat, tutti tipi di würstel, apfelstrudel…ed immancabilmente…la gulaschsuppe.
una volta tornati a casa, ci ritroviamo da noi..mangiamo insieme e guardiamo le foto.
5 anni fa..durante una delle solite abbuffate austriache…tra un aaaaaaaaaah….ed un mmmmmmmmmm
mi hanno chiesto..ma tu sei capace fare la gulaschsuppe???
no..ho detto ma posso provare..

detto fatto.
questo è una ricetta semplicissima, si prepara il giorno prima, anzi bisogna farla almeno un giorno prima, riscaldata viene ancora più saporita.
è fantastica perché risolve in un colpo solo..sia il primo che il secondo.
e preparata tanta..sfamate un reggimento!
i solito preparo un buffet abbondante di antipasti, la gulaschuppe e 2 o 3 dolci(per accontentare tutti)
un paio di volte abbiamo provato la grigliata o gli stinchi come secondo ma non serve.
se a qualcuno viene un langurino durante la serata…finisce gli antipasti
sarebbe meglio cuocerla nel coccio, ho provato anche in una pentola normale..viene buona..
ma non come cotta nel coccio.
uso la tofeja..coccio tipico del Piemonte (se non sbaglio)

vi serve:
per 4 persone

100grdi lardo tagliato a piccoli cubetti
200gr di manzo tagliato a piccoli cubetti
100gr di cipolla tagliata fine
3 patate tagliate a cubetti
750gr di passato di pomodoro
750gr o 3/4 litro di brodo( va benissimo acqua e dado)
cumino in semi,paprica e maggiorana q.b.(ma abbondate, soprattuto di cumino, che da quel gusto “austriaco” )


fate rosolare il lardo, e aggiungete la cipolla
lasciate cuocere un po’…aggiungete tutte le spezie e la carne.
mescolate bene ed aggiungete il passato di pomodoro
lasciate insaporire ed aggiungete il brodo(o l’acqua con il dado).
fate cuocere finché la carne è tenera. (ca 3-4 ore a fuoco dolcissimo)
quando la carne è tenera aggiungete le patate e cuocete finché sono cotte ma non spappolate. aggiustate di sale,pepe e cumino, e spegnete. lasciate una notte. l’indomani riscaldate la pentola e servite.

la tofeja ha il pregio di riscaldarsi lentamente e mantiene il calore per tanto.

con questa ricetta partecipo alla raccolta di laura delle ricette del cuore

Image Hosted by ImageShack.us

brigidaa_te:
potete usare tagli di carne come:
campanello, girello di spalla, girello e fesa di spalla
e volete sapere la differenza tra cummino ed il carvi leggete qui

14 thoughts on “ricetta del cuore – gulaschsuppe

  1. Val

    Ciao! Grazie per essere passata dal mio blog, anzi, meno male…così ho potuto scoprire il tuo blog stupendo, che aggiungerò subito ai miei link!! Ora vado un po’ di fretta, ma tornerò presto a leggere per bene i tuoi post! Vedo ricette mitteleuropee e anche svedesi…che meraviglia, tutto ciò che adoro! A prestissimo!

    Reply
  2. unika

    la tua ricetta è magnifica però voglio dirti che hai sbagliato logo….quello è il logo delle ricette light di manu:-) buona giornataAnnamaria

    Reply
  3. brii

    buon giornooo amichee@annamaria…cosa fare senza di te!!hai ragione…ho cambiato!grazie cara!!!@val…grazie di essere passata…ci linkiamo a vicenda!sono molto contenta!!buona giornata amicheeebacioniii

    Reply
  4. Lo

    che meraviglioso racconto….voglio venire in austria a pazziare con te….e quella pentola ma è meravigliosa!!! Bri ti sto saltellandointorno con il piatto per avere il gulash e anche i dolci bacissimo

    Reply
  5. ROMY

    Viva le minestreeee! Io le adoro, e sono proprio contenta che tu abbia postato questa succulenta ricettina bella profumata di spezie ( il cuminooo! Lo sai quanto mi piace…), così la posso fare (e pappare) al più presto 🙂 bacioni buona giornata!

    Reply
  6. Barbara

    Ne ho tanto sentito parlare, ma non l’avevo mai vista, gustossissima! A Trieste si usa un gulash più “asciutto”, non brodoso e si prepara con le guance del manzo. Per questa preparazione invece, che taglio del manzo consigli? Grazie!

    Reply
  7. Simo

    Che bello il tuo racconto Brii, e che buono questo piatto…è una sorta di “spezzatino”, vero?Almeno, qui da noi si chiama così…baci e buon sabato!

    Reply
  8. brii

    buon sera amiciii…non è stato una splendida giornata??@cristina…grazie cara..per la tua raccolta sto lavorando..arrivo :)@loryyyy,….si vieni con meee…che giriamo e ci perdiamo per le dolci(?) montagne austriache ehehehestai ferma che ti riempio il piatto!!! :))))))))@romyyyy…siii…mentre aggiungevo il cumino ti pensavo!!!@brabra…ooops hai pefettamente ragione..vado scriverlo anche nel post.puoi usare un taglio tipo il campanello, la fesa di spalla, girello di spalla ed il girello.viene davvero gustosa.@simo..i pernso che si possa chiamare anche spezzatino..è sempre con manzo e patate..ma qua la differenza sta nelle spezie.buonissima serata amici…bacionii

    Reply
  9. Rossa di Sera

    brii, che meraviglia!!E’ una classica zuppa da mangiare nelle fredde serate autunnali! Buona… Quando scenderanno le temperature la farò sanz’altro!

    Reply
  10. aldarita

    Ciao, splendida ricetta per le serate fredde!!! Volevo sapere, visto che sei esperta di cucina nordica, se conosci la ricetta delle patate con i cetrioli, io le facevo tanti anni fa ma non ricordo più come si fanno… Grazie

    Reply
  11. brii

    buon giornoooo amichee!@rossa…se la fai poi mi dici se ti è piaciuta.@aldarita..grazie di essere passata.provo vedere nel ricettario svedese che ho e poi ti dico.vi auguro una splendida domenicabacioniii

    Reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s