verdure agrodolci al forno

questa settimana sta volando come quella precedente, come quelle precedenti.

oggi è l’unico giorno che sono a casa….quante cose da fare, quante cose da preparare.
lunedì mi è arrivato un sms bellissimo:
“briiiii….ho verdure e pesche da 0,50eu al kg, ne vuoiiiii??
risposta:
” sìììììììììììììì….scendo dal Pasubio e arrivoooo!!!”

beh..lunedì siamo andati sul Pasubio….ma vuoi ci siete mai stati??

è una montagna intrisa di storia e sangue…non riesci restare indifferente.

ho studiato qualcosina prima di partire..non volevo arrivare proprio digiuna da tutto..

non avendo fatto le scuole in Italia..mi manca una grossa fetta della vostra storia.

al bar al rifugio Bocca colle Xomo ( 1179mt) mi hanno regalato un opuscolo “la strada Museo”
bellissimo, con tutta storia raccontata e con foto d’epoca.
in fondo c’è anche una mappa delle 52 gallerie, hanno ogn ‘una un nome…ed un perché di quel nome.
gruppo all’ingresso della prima galleria
vale davvero una visita..anzi anche di tornare…una della particolarietà del Monte Pasubio…è che spesso, spessissimo avvolto dalla nebbia…e non vedi nulla della maestosità che ti circonda.
abbiamo pensato anche noi di tornare, perché arrivati in cima al rifugio gen.le A. Papa..
siamo stati anche noi circondati, abbozzolati, raffreddati (porco gatto..c’era un freddo!!!) dalla nebbia.
era così tanta la nebbia..che appena usciti dall’ultima galleria ci siamo fermati mangiare…
pensando che mancasse ancora tanto arrivare al rifugio…
stiamo mangiando, scambiandoci impressioni di quello che avevamo appena visto….
che di un tratto si alza la nebbia…e cosa…cosa????
10mt più in là…c’era il rifugio!
la cosa divertente era che non c’eravamo solo noi…un’altro gruppo di escursionisti..si sono messi mangiare pure loro poco più in là di noi…quindi ancora più vicini del rifugio.
abbiamo riso tanto.
qui tra una galleria e l’altra prima di arrivare in cima ed essere circondati dalla nebbia.
dopo ottobre, quando ho finito la stagione spero di riuscire mettermi giù a scrivere di tutte queste bellissime gite che abbiamo fatto.
vorrei tanto farvi partecipi di alcune delle meraviglie di questo splendido paese che è l’Italia.
ma non sono la sola a cui piace girare, ammirare e raccontare…
leggete anche i splendidi racconti di lenny e loryy, p.es..
stavamo parlando di verdure vero?
con tutte queste verdure voglio fare ancora conserve…
eh eh..non siete mica stufi vero????
mi manca la ricetta di alex della sua confettura di melanzane..
ho già messo in parte le melanzane e lo zenzero(me ne hanno dato un chilo oggi!!)
aleeeeex tesoroooo sono quasi prontissima!!🙂
e poi ho un’altra ricettina di conserve da condividere con voi…
insalata di verdure all’ungherese
🙂
ma non oggi…
oggi condivido con voi una semplicissima ricettina di verdurine agrodolci al forno.
per la foto…sigh….
sono d’accordo con Enza….lo dice anche lei:
ecco…questa foto…non è granché..ma vi assicuro che le verdure vengono croccantine e buonissime.🙂
e pensare che ho rifatto le verdure 3 volte per fare le foto…(grrrrrrr)
andiamo avanti??
vi serve:
verdure fresche di stagione
zucchine
carote
peperoni
cipolle
melanzane
pomodori
(anche solo alcuni di questi)
pari ad un peso di 1kg di verdura
per la salsa agrodolce:
40gr di olio
50gr di aceto balsamico
30gr di zucchero
(assaggiate e casomai regolate come vi piace a voi)
sale*
lavate e tagliate le verdure: i peperoni a filetti, le cipolle in quarti, le zucchine a rondelle o a mezzelune, le carote a rondelle o a tocchetti, le melanzane a tocchetti e i pomodori a fette o a quarti.
mettere le verdure in una pirofila(lasciate le carote sotto così si cuociono più facilmente, finendo con i pomodori)
versare sopra la salsa agrodolce.
infornare a 220° per ca 25min
(il mio forno è sfigato e ci mette 40min..ma in un forno che funziona come deve..non dovrebbero mettere tutto quel tempo!!😦
(sentite se le verdure sono cotte, ma ancora croccanti)
se si scuriscono copritele con un foglio di alluminio)
brigidaa_te:
*
non metto sale.

13 responses to “verdure agrodolci al forno

  1. I paesaggi che vedo nel tuo blog li invidio sempre un po’. Pur appartenendo alla “gente di mare” non disdegno la montagna e qui quella “vera” non c’è!Ciaooo,Aiuolik

  2. ciao piacere di conoscerti…ti ringrazio della visita…anche il tuo blog è molto carino e verrò a trovarti spesso…baci

  3. buon sera amiche..qui sul lago più bello d’italiac’è un tramonto bellissimo!!avete passato una buona giornata..io sono cotta…i tedeschi oggi erano lenti e ci siamo cotti per benino sotto il sole prima di arrivare in fondo..hihidomani sono via con 26 svedesi..rafting sull’adige..mi pensate veroooo?????oi oi@aiuolik..ma..basta che vieni a trovarmi..ti faccio conoscere il nostro Monte Baldo…montagna verissima!!oh yeah!@daniela…piacere mio! grazie di essere passata.allora ci rivdremo..perchè io tornerò visitarti!bacioniiii

  4. Grazie Brii..ho letto giù, dove mi ero un po’ sfogata…sono ritornata per copiare le tue ultime ricette, questa mi piace altrettanto quanto la giardiniera che mi appresto a fare…sono una che di verdure ne mangia a volotà.Allora buon fine settimana un abbraccio!!!ps:é vero mi sento meno sola.

  5. buona seraaaa..@mariluna…sono felice leggere che ti senti meno sola.ti auguro un bellissimo fine settimana…un abbraccio fortissimo!bacioniiii

  6. ma riciao e buon we!!!Quando vuoi e puoi ho un bel premio per te….

  7. michelaaaaaaaaa…passato bene il week end??io si..parlando e strapalando in svedese hahahaun permio per me??arrivo subito!!bacioniii

  8. Ho appena infornato le tue verdure che faranno parte della nostra cena.:)))

  9. Ciao cara, è da un pò che nn ci sentiamo! io sono tornata ieri dalle vacanze. tu tutto bene? cosa mi racconti??? Che slurpata queste verdurine :-)Un bacione

  10. Ciao Brii, la montagna non mi è molto familiare ma le tue foto sono stupende e mi fanno venir voglia di fare una bella passeggiata e ammirare di persona quei stupendi paesaggi. Grazie per la tua bella ricetta.

  11. Ho usato aceto di mele perchè non avevo aceto balsamico ed ho aggiunto il sale ma la verdure erano buonissime lo stesso, sono finite in un lampo. Anche a me ci sono voluti 40 minuti per la cottura…ma credo che oltre che dal forno dipende dalla grandezza dei pezzi di verdura e dall’ampiezza della teglia.Grazie per la ricetta Brii!!!! :)))))))))))

  12. Ciao brii…Ti ho assegnato un premio quando puoi passi a ritirarlo?Un bacione!

  13. Brii, raccontata da te l’Italia sembra sempre affascinante. Non vedo l’ora di leggere qualche resoconto di gita!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s