Daily Archives: 10/02/2012

Venerdì Vegetariano – Cavoletti di bruxelles cremosi

Creamy Brussell sprouts - Cavoletti di bruxelles cremosi

E’ tornata Sofiiiii!!
E’ stata nello Sri Lanka in vacanza 15giorni con il morosetto.
Prima che partisse abbiamo guardato insieme il libro che Siri mi regalato come premi per una ricetta vinta nel suo evento Healthy Food.

gift

Ci sono alcune cose difficilmente trovabili qui da noi, come curry leaves e Asafoetida powder p.es. Ero (sono) curiosissima sopratutto della polvere di Asafoetida (Ferula asafoetida) che è una pianta simile al Finocchietto selvatico nostrano. Si usa moltissimo nella cucina vegetariana indiana. Sofi non l’ha trovato nello Sri Lanka, anzi l’ha trovato ma lo vendono solo in farmacia e ha pensato che fosse meglio lasciarlo lì. Dal nome in latino si deduce che ha un forte odore, foetida-fetida.
Le foglie di “curry” vengono da un albero che si chiama Murray Koenigii e che sarebbero meglio consumare fresche.
La signora di uno dei negozietti di spezie dove è andata Sofi l’aveva nel giardino e voleva regalarle le foglie, ovvio che ciacolando si sono dimenticate in due!! Che Sofi abbia preso da sua mamma??? :-)

Ma mi ha portato altre spezie profumatissime, e tantissimi tè diversi.
E’ rimasta colpita dalle piantagioni da tè che ha visto girando nel Nord, IO sono rimasta colpita che dopo tutto quel girare non sapesse che piante fossero…”un arbusto” mi ha detto.
Camelia sinensis, lo so perché 20anni fa mi sono fissata che la volevo
convintissima che sarebbe vissuta.
Illusa! E’ pensare che vive fino a 3000mt di altezza, ma si vede che il clima troppo mite del lago più bello d’Italia non le andava bene.
:-DD
Poi mi ha raccontato di un altro posto che sicuramente mi sarebbe piaciuto, L’Adam’s Peak – Sri Pada.
Una montagna sacra alta 2243mt, dove una depressione a forma di piede (enorme) sulla cima ha reso questa montagna meta di pellegrinaggio
di tante credenze religiose. La cosa bella è che anche se ci vanno in massa,fino a 20.000 persone nei week end della stagione di pellegrinaggio, a parte l’ammasso di gente sui sentieri stretti di disordini neanche l’ombra.
A me intrigava il sentiero che parte da Siripagama, Ratnapura,
2000mt di dislivello in 8,5km ma credo che i 5200 scalini li fai in ogni caso qualsiasi sentiero tu prenda.
:-D

Così oggi mentre preparavamo questi cavoletti di Bruxelles Sofi mi raccontava tutte ste cose.
Io ascoltavo e annusavo le varie spezie che mi ha portato.
Per la “besciamella” ho usato la noce moscata srilankese, scura e profumatissima!
(ho dovuto rompere il guscio nero per tirarlo fuori)

Cavoletti di Bruxelles cremosi

Creamy Brussell sprouts - Cavoletti di bruxelles cremosi

vi serve:
500gr di cavoletti di bruxelles

per la crema
olio di oliva extravergine
farina di riso
poco latte
acqua di cottura dei cavoletti
formaggio parmigiano grattugiato
noce moscata

Cuocete i cavoletti, tagliati a metà se sono grandi, a vapore. Teneteli in dietro di cottura. Toglieteli con un mestolo forato e mettere da parte. Non buttate l’acqua di cottura.
In un pentolino stemperate un pochino di farina di riso in un po’ olio di oliva. Quando ha preso colore aggiungete un pochino di latte, mescolate e quando si addensa aggiungete l’acqua di cottura.
Regolate di sale se lo usate e noce moscata.
Aggiungete un pugno di formaggio grattugiato (anche un Baldus stagionato va benissimo o altro formaggio della vostra zona)
Mescolate e tuffate dentro i cavoletti.
Scaldate i cavoletti nella crema, aggiustate di noce moscata e servite subito.

Creamy Brussell sprouts - Cavoletti di bruxelles cremosi

Brigida_ate:
uso spesso la farina di riso ultimamente come addensante, mi piace moltissimo.
Ho provato usare l’olio per fare la crema invece del burro perché la mia amica Romina mi ha detto che lei lo usa sempre.
Funziona!