WHB #311 – Il raccolto/the round up

Wowowowowow!
Sono orgogliosissima presentarvi il raccolto di questa settimana, questa settimana che festeggia 1 anni di WHB in Italiano.
Ma non vi tedierò ulteriormente ma parto subito con le ricette
che mi sono arrivate.
Ve le metto in ordine come mi sono arrivate,
italiano o inglese che siano.
Aggiungo una piccola descrizione in italiano per le ricette inglesi.
Pronti?

I’m so proud and honoured to present the round up of this week,
this week that celebrates 1 year of the WHB Italian Version.
But I won’t bore you any further but get started with the recipes
that have been sent to me.
I have placed them in order of arrival,
equally if they are italian or english.
I’m adding a breif description in english of the italian recipes.
Are you ready?

Rachel del blog The Crispy Cook è stata la prima!
Ha un blog gluten-free che mi piace tanto.
Trovate degli ottimi spunti vegetariani nonche gluten-free.
Ha seminato lei il cavolo rapa che ci presenta.
A me piace tantissimo crudo in insalata, invece Rachel
la propone come un roesti, una frittella.
Beh, veramente è un idea di suo marito ;-)
Kohlrabi cakes – Frittelle di Cavolo rapa

Rachel from the Crispy Cook was the first!
I love her gluten free blog, and it often give me
hinches to cook vegetarian and gluten free.
She tells us she grow the kohlrabi herself.
A adore the kohlrabi raw in sallads, but Rachel
suggests to make a kind of fritter.
Well, the idea actually is her husbands ;-)
Kohlrabi cakes – Frittelle di Cavolo rapa

Ela del Blog Everything’s herbed scrive dalle Filippine.
Mi fa molto piacere che abbia pensato al WHB per questa ricetta
di sua nonna, datale da suo padre.
Si tratta di una parte di pianta che si chiama puso-ng-saging
che vuol dire “cuore di Banana” invece si tratta del fiore
del banano,  Musa acuminata.
Il fiore che poi si trasforma in appunto banane.
Il Kulawo che ci propone di solito si fa con
melanzana e latte di cocco, invece sua nonna lo faceva con il puso-ng-saging.

Ela from the blog Everything’s Herbed, is writing from the Philippines.
It pleases me that she thought of the WHB for this recipes, her grandmohters recipe, given to her by her father.
The puso-ng-saging means “banana heart”, but it is actually banana blossom or buds.
The Kulawo usually is made of eggplant and coconut milk, but Ela’s Grandmothes used puso-ng-saging.
Ela’s Kulawo

SuperAle del blog Il giardino degli Aromi, che scrive a 4 mani
con Frauzz, Popa e Sere, dovreste andare trovare queste ragazze.
Hanno un blog che ti fa venire fame a qualsiasi ora del giorno le andate a visitare!
SuperAle ha trovato delle arance buone, ed invece di fare la solita marmellata (che avrei fatto io, o al limite un liquore :-D) lei le ha trasformato in sciroppo!
Sciroppo di aranciata home made
Da provare!

SuperAle writing together with Frauzz, Popa and  Sere on the blog
Il giardino degli Aromi. Their blog is worth visiting, because at any hour of the day you will get hungry just looking at the photos!
SuperAle has found some nice oranges and instead of making the usual
orange marmalde I would have done (or more likely a liqour :-D) she
transformed them into a very juicy Home made orangeade sirup
You should try it because it is absolutely natural.

>
photo

Cindy di Cindystar ha trovato dei cachi, non le piacciono
“nature” così le ha trasformato in un Chutney di Cachi.

Cindy writing on the blog Cindystar, found herself some Persimmon
and as she doesn’t really like eating them, she made a Persimmon Chutney instead.

/Janet da The Taste Space, scrive da Toronto
(dove sono stata per ca 32 ore!) e usato un grano
che a me piace moltissimo, anche se leggermente amaro..
o forse proprio per quello :-). Il quinoa
Ma invece di fare la solita insalata o zuppa lei la quinoa
ha fatto degli sfoziosi Falafel.
Quinoa Falafel with Cheezy Broccoli Bowl – Falafel di Quinoa con ciotola di Broccoli formaggiosi

Janet from The Taste Space is writing from Toronto
(I’ve been there once, for aprx 32 hours!) and for this recipe,
she has used a grain I like very much, even if it has a little bitter aftertaste, or perhaps I like because of the bitter aftertaste.
But instead of doing the usual quinoa salad or quinoa soup, she made
some very inviting small Quinoa Falafel                                                                        Quinoa Falafel with Cheezy Broccoli Bowl

Ecco, Elena dello Zibaldone Culinario mi ha commossa.
Ha fatto una deliziosa torta che oltre essere buona è leggera.
E’ allora, direte voi, ne abbiamo viste di torte leggere e buone,
buone e leggere. Si ma sulla sua….ha messo una candelina.
Una candelina con la bandiera Italiana per festeggiare il
primo anno del WHB Italiano.
Hip Hip Hurraaaaaa!
Grazie Elena! :-****
Dolce di carota e ricotta – Carrot and ricotta cake

Well, Elena from Zibaldone Culinario
made a post that really touched me.
She made a delicious cake that is healthy and light. Now, I’m sure you would point out that you have seen a bunch of healthy and light cakes, and ask me what’s so special with this one?? Yes, of course you are
right..but on this cake there is a candle.
A candle with Italian Flag to celebrate the Italian WHB First year.
Hip Hip Hurraaaaaaa!
Thank you Elena! :-****
Dolce di carota e ricotta – Carrot and ricotta cake

Conoscete il blog di Max? Noooo, ahbeh allora è ora che andate a trovarlo. Max è un ottimo cuoco, ma non solo. Ama la sua terra e condivide questo con noi scrivendo e fotografando.
Leggete questo post p.es che mi piace moltissimo.
Per noi ha cucinato Pescespatola e zucchine – Silver Scabbardfish and zucchini
Ah, voi conoscete il pescespatola? Io no! Cioè adesso sì :-)

Max’s blog is rather new to me. I don’t know him long, but I do visit him often since I know him.
He is a great cook, but also very found of his region, his roots, his family. He writes and photografes all this and I appreciate reading about it.
He made a special dish for the WHB.
Pescespatola e zucchine – Silver Scabbardfish and zucchini
Do you know the Silver Scabbardfish or Frostfish? I didn’t, and now I do. :-)

Quando arrivate sul blog di Cristina, La cucina di Cristina
dovete prendervi il tempo fermarvi. Lei riesce mescolare
la cucina romagnola e rumena in piatti particolari e gustosi..
Un esempio? Questa zuppa che condivide con noi.
Minestra di cavolo verza e castagne – Savoy cabbage and chestnut soup

When you arrive to Cristina’s blog, La cucina di Cristina
take you time to stop and stay a little. She is very good in mixing
romagnola (Emilia Romagna, an Italian region where she lives) and rumenian (she is from Romania) kitchen. From her kitchen comes out
tasty special dishes, like this one she shares with us                                              Minestra di cavolo verza e castagne – Savoy cabbage and chestnut soup

L’incredibile Haalo da Cook (almost) everything at least once, tiene il WHB dal 2008 e dall’anno scorso mi ha permesso fare la versione Italiana
ci porta una versione nuova come fare le Cime di rapa.
A me piacciono anche cotti al vapore in insalata, ma come scrive Haalo sono leggermente amari. Così, invece di farli come al solito con le orecchiette, proviamo la sua versione.
Cime di Rapa al Parmigiano

Lovely Haalo from Cook (almost) everything at least once, that manages the WHB since 2008, and since last year has agreed to let me manage the Italian version has brought a new version of our popular Cime di Rapa.
She writes that usually they are made with Orecchiette (strictly home made!) in Orecchiette con Cima di rapa.
I like them steamed in salad, but as Haalo say they are rather bitter in tast.
I think I will try her version Cime di Rapa al Parmigiano
photo

Sulla bellissima isola di Ischia, ci sono 3 fanculle che hanno un blog che si chiama Fragoliva. Di solito ci propongono ricette e piatti della loro tradizione, usano prodotti locali e ricette casalinghe.
Questa volta invece sono andati in Portogallo e hanno assaggiato una zuppa che le è piaciuta moltissimo. Caldo verde, che si fa con il cavolo galega. Ma noi non siamo in Portogallo giusto? Quindi per noi
va benissimo la variante con il cavolo verza!
Caldo Verde all’ischitana – Ischian Caldo Verde

On the beautiful island of Ischia (in front of Naples), there are 3 young girls who have a blog, called Fragoliva.
Usually they post regional dishes, using local products and family recipes. But this time they went abroad, to Portugal where they tried
a local soup called Caldo verde (Warm Green) which is made with an
local cabbage, called cabbage galega. But we are not in Portugal, right? So for us will do the version with savoy cabbage!
Caldo Verde Ischitano – Ischian Caldo Verde

Ho avuto il piacere di conoscere Simona di Briciole dal vivo, è una persona bellissima. Mi è piaciuta molto e mi è dispiaciuto che il tempo
trascorso insieme è volato. Sta in California, un po’ lontano per dire,
“eh passo bere un caffè e riprendiamo da dove abbiamo lasciato”.
Per fortuna c’è internet e così ci possiamo scrivere. Delle volte capita che io mi alzo presto e lei deve ancora andare a letto e ci scriviamo “live”. Questo mi piace moltissimo.
Come mi piace moltissimo la ricetta che propone:
Insalata con radicchio, avocado e pera arrosto.-
salad with radicchio, avocado and roasted pear

I have had the pleasure to meet Simona from Briciole, she is a lovely person. I like her very much and was sad that the time we spent together passed so quickly. She lives in California, it is rather far away to say “hey, put on the coffee, let’s continue from where we left”.
Luckily we have internet so we can write to each other. Sometimes it happens that I’m up early and she is going to bed late, so we both “live” on the net! I like this very much!
As I like the recipe she is sharing with us.
Insalata con radicchio, avocado e pera arrosto.-
salad with radicchio, avocado and roasted pear

Kris di Tutto a occhio per me è speciale. Perché è stata la primissima persona che ha spontaneamente mandato una ricetta al WHB.
E’ stata anche la prima oltre me ad ospitare, già la terza settimana!
Da allora è mancata pochissime volte.
Grazie Kris! :-****
Ci ha mandato una ricetta favolosa!
Zuppa gratinata di zucca, cavolo nero e farro-
Pumpkin soup au gratin with black cabbage and spelt (grain)

Kris from Tutto a occhio, is a very special persona to me.
She was the first person that spontaneous sent me a recipe for the WHB.
She was also the first host, beside me. After merely two weeks she was already hosting!
Since then she has missed out very few times.
Thank you Kris! :-****
She has sent us a lovely recipe.
Zuppa gratinata di zucca, cavolo nero e farro-
Pumpkin soup au gratin with black cabbage and spelt (grain)

La mia amica Aldissima è troppo forte. Mi fa piacere che partecipa perché ha sempre delle ricette semplici, ma sfiziose e gustose.
Come questa di sua zia di 86(!!!) anni!
Sinceramente mi dispiace che non abbia un blog tutto suo, sarebbe un successo annunciato!
Capito Aldissima???

NOCISSIME Bimby

50 g zucchero
6-7 amaretti
100 g noci
1 cucchiaio liquore

Si mette nel boccale lo zucchero e si frulla a vel. 7-8 per 10″, si uniscono
gli amaretti e le noci e si frulla a vel. 7-8 finchè diventa polvere, si unisce infine il liquore e si mette a vel. 4-5 finchè è amalgamato. Si versa in una terrina e si mescola un po’ con le mani,
con il calore si otttiene un amalgama
migliore perchè esce l’olio dalle noci.
Si fanno delle palline che verranno
messe nei pirottini e su ognuna si appoggia un quarto di noce premendo un po’.
In frigo un paio d’ore.
E’ una ricetta vecchia, me la ha data mia zia che ha 86 anni… Si può
tranquillamente fare senza Bimby, frullando tutto e mescolando con le mani, ho solo voluto semplificarmi un po’ la vita…
Come liquore si può usare quasi tutto,
a parte quelli con il gusto troppo deciso che alterano il sapore della
noce…
Ricordatevi sempre, quando iniziate a mangiarle e non ce la fate più a
smettere, che il liquore è stato messo “a freddo”, quindi il grado alcolico è
rimasto inalterato!!!!! Se dovete guidare attente alla prova
palloncino!!!!!!!!!!!!!

My dear friend Aldissima is great! I do appreciate that she
partecipate at the WHB because her recipes are always lovely, tasty and
savoury. Like this one from her 86 (!!!) year old aunt!
It is a pity she hasn’t a blog on her own.
I’m sure it would be a success!
Got that Aldissima???

50gr of caster sugar
6-7 amaretti
100gr of nuts
1 tps of liquor

In a blender, blend sugar, amaretti and nuts. It should be as powder.
Add the liquor and the mix with your hands.
This is good because the warmth from your hands will get the oil out from the nuts.
Roll small balls and place a quarter of a nuts in the middle.
Put in fridge for a couple of hours.
Pay attention when you star eating them, because they are alcoholic.
Avoid driving after, it could be a problem if the police stops you.
:-)

nocissime di Alda

Shri del blog Tiffin Carrier Antiq/ue’s ci vedere cosa ha fatto per pranzo. Mi piace da matti il suo lunch box! :-)
Nella ricetta che sembrerebbe una semplice piatto di patate e pomodoro
ha usato una miscela di spezie che uso volentieri anch’io.
Zenzero, cumino e curcuma. Ma ha anche usato un’altra spezia
che non conosco, cioè non conoscevo, perché sono andata vedere cosa è.
asafoetida (l’unica cosa che ho capito è che puzza, foetida in latino
indica che la pianta ha uno sgradevole odore)
E’ una pianta delle famiglia del finocchio (Umbelliferae), in effetti
è una pianta che puzza parecchio da fresco, ma che da secco sa leggermente di cipolla.
Io sono sempre più curiosa, bisognerà che vada a cercare questa spezia per provare. :-)
Adraki Aloo Tamatar
Che è in Hindi è vuol dire: Patate e pomodoro allo zenzero.

Sri from the blog Tiffin Carrier Antiq/ue’s, sends a recipe of a
dish that is very common in Northen India where she comes from.
In this recipe, which at first sight seems as, a simple dish of potato e tomato, she mixes some of my favorite spices.
Ginger, cumin and turmeric.
But she also used an other spices that I didn’t know about, but no does, because I went looking it up.
The only thing that was clear to me was the name, Foetida in Latin
means that it is something that stinks.
I must to find this Asfoetida to try! :-)
Adraki Aloo Tamatar

La mia ricetta è di un idea di Nicola il panettiere.
Panini alle prugne

My recipe is from an idea of Nicola the baker.
Prune buns.

Prune Buns - Panini alle prugne

Spero che vi siete divertiti leggere il raccolto tanto quanto io a scriverlo.
I hope you enjoyed reading the round up as much as I did writing it.

E adesso i vincitori:
And now the winners.

Winners - vincitrici
Ela from Everything’s herbed
Elena di Zibaldone Culinario.

Complimenti/Compliments.
:-)
Grazie a tutti.
Thank’s to all.

14 responses to “WHB #311 – Il raccolto/the round up

  1. Ma che bel raccolto Brii, davvero molto interessante ho impiegato 30 minuti per arrivare alla fine, ho continuato a visitare blog per curiosare nelle ricette e poi i dolcetti bimby… golosissimi! e cosa mi trovo alla fine pure la sorpresa!!!!
    Grazie 1000!!!!
    Sei una splendida padrona di casa! un grosso bacio

  2. Buon giornoooo amiche!
    @Lo :-*****

    @Elena, ooops è un po’ lungo vero? Io ci ho messo quasi 4 ore a scrivere.
    Ma ci tenevo che tutti capissero tutto. :)
    Complimentissimiiiiiiiii Elena!

    buonissima giornata ad entrambe!
    baciusss

  3. Complimenti…buona giornata e grazie a te…ciao.

  4. Wow bellissimo raccolto!!! grazie baciussss

  5. maraming salamat, brii! thank you very much.
    as usual, a lovely round up from you. congratulations
    too, elena.
    thanks again, brii. and happy anniversary.

  6. Che bel raccolto, ci siamo proprio tutti (quasi tutti) che ricette stupende!
    Non ho vinto il libro ma chi se ne importa il regalo più bello sono le tue parole dolcissime e partecipare insieme a tante persone a questa iniziativa che unisce tanti foodblogger internazionali. Bacioni Brii! (non si vede la foto di Cindy…)

  7. Thank you Brii!

  8. After six years, there’s still so much to learn and explore in the kitchen with Weekend Herb Blogging. Love everyone’s dishes and gorgeous photos! Thanks for hosting this week Brii!

  9. Amici, grazie a voi! Sono così contenta che vi sia piaciuta, io sono così orgogliosa di tutti voi. Senza di voi tutto questo non ci sarebbe! :-)

    Thanks to you! It was a real pleasure hosting such a lovely variety of different dishes! Without you nothing of this would be.

    Baciussss

  10. Naturalmente sei riuscita a fare qualcosa di unico – e di molto carino per l’anniversario. Una bella carrellata di ricette. Congratulazioni alle vincitrici. E naturalmente, cento di questi giorni!

  11. What a fantastic roundup and a great way to celebrate WHB and 1 year of Italian WHB. Bravo!

  12. Pingback: WHB Versione Italiana – Anno 1 | briggishome

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s